A te Picci

Buon compleanno mamma!
Fin da quando ero piccolo tu ci sei sempre stata. Lo sai, la mia memoria fa schifo, ma ricordo benissimo la sicurezza che mi davi e che mi dai. Se avevo un problema sapevo a chi chiedere, mi bastava dire “Mamma” e tu eri già pronta per aiutarmi:  non importa cosa stessi facendo, nella tua testa avevi sempre un posticino per me. Non mi hai mai lasciato solo e mi sento la persona più fortunata del mondo ad averti come mamma.
Mi hai sempre voluto bene e hai sopportato i miei mille problemi, portandomi sempre più vicino alla soluzione, ma abbastanza lontano da permettermi di crescere.
Il tempo passa è vero, ma negli ultimi anni mi sono reso conto di quanto ti voglia bene e il nostro rapporto è diventato ancora più speciale. È solo grazie al tempo che ho avuto l’onore di crescere sotto la tua ala, e per questo gli sono grato quasi quanto a te.
E dato che oggi si festeggia un fatto meraviglioso ho finalmente deciso di scrivere anche io il mio “A te” e ovviamente non potevo che dedicartelo.
A TE…
A te che hai deciso di farmi entrare nella tua vita donando la tua stessa salute per farmi venire al mondo, un mondo che senza di te sarebbe sicuramente più vuoto.
A te che ci circondi tutti e sette con il tuo amore che sembra non finire mai e che si diffonde sempre a macchia d’olio.
A te che quando canti la nanna a Elena e io sono lì piango inevitabilmente perché ricordo il tuo sorriso un po’ più spensierato di quando ero piccino e sento il sapore del biberon con latte e biscotti in bocca.
A te che quando mi portavi a scuola e ti vedevo dal bagno andare via con l’ Ulisse mi piangeva il cuore e non aspettavo altro che rivedere quel macchinone.
A te che sei Elena in formato maxi e quando vi vedo vicino capisco come eri da piccola e capisco anche che Elena diventerà una gran donna.
A te che mi permetti di vantarti di te con ogni persona che conosco (e non): sfido chiunque a trovare una bella romana intelligente, dolcissima, con un blog, un canale youtube e sei figli.
A te che sei così dannatamente altruista da esserti condannata a una vita difficile e piena di difficoltà solo per rendere la nostra meravigliosa, debito che ogni giorno cerchiamo tutti e sette di saldare.
A te che passi ogni notte insonne per noi, che se dormi per più di tre ore urliamo al miracolo e diventi ancora più energica del solito, iniziando a fare qualsiasi cosa senza mostrare segni di cedimento… Ma adesso che ci penso lo fai anche dopo aver passato una notte in bianco.
A te che sei la vera donna multi-tasking, che ogni giorno cucini, pulisci, ci coccoli, ci metti in riga, ci sopporti e supporti mentre intrattieni i rapporti con le millemila persone che ti vogliono bene (ma mai quanto me).
A te che mi hai fatto capire che un po’ di coccole e un gran sorriso sono la miglior medicina, cose che ogni giorno sono entusiasta di ricambiare e che ricambierò per sempre.
A te che mi hai fatto diventare come sono, alleviando ogni dolore con il tuo sorriso e le tue sagge e dolci parole, che mi rendi orgoglioso di essere tuo figlio ogni giorno di più.
A te che, se si tratta del nostro bene, diventi l’ essere più cocciuto e agguerrito che il mondo abbia mai visto, il generale più dolce ma anche spietato che ci sia e che seguirò ovunque andrà.
A te che, se chiedo a qualsiasi persona ti conosca cosa ne pensa di te, risponderà sempre che sei una persona meravigliosa, l’unica di cui io non sia ancora riuscito a trovare un difetto.
A te che, non importa quel che penso, riesci sempre a portarmi sulla giusta strada e mi dai la spinta per percorrerla.
A te che prima pensi a noi, poi agli altri e poi forse a te stessa.
A te che sei piccina ma sei la donna col cuore più grande del mondo, così grande che non so come tu faccia a sostenerlo.
A te che sei la mamma più bella del mondo sia dentro che fuori, una mamma che quando sorride si illumina e fa illuminare, ma che se ti guarda male capisci che hai i minuti contati.
A te che, se stiamo male, ti armi della tua esperienza sulla medicina e sfoderi termini che Dr. House ti farebbe l’inchino.
A te che dovresti aprire come minimo un paio di ristoranti per i piatti che ci sforni ogni giorno.
A te che fai mille cose se non di più ma sei sempre pronta a starci vicino e hai sempre per noi una carezza e un sorriso.
A te che hai deciso di condividere con noi ogni momento di gioia e di dolore con una pazienza che solo tu hai.
A te che sei il capitano della nostra ciurma, che non abbandona mai la sua nave ed è disposto a fare anche il lavoro del mozzo.
A te che sei la vera donna della mia vita e a cui voglio un mondo di bene, la donna con la D maiuscola che rende la mia vita ogni giorno più bella.
Ti voglio bene, Picci.
Tuo Ricky
Posted in Adolescenza, VIDEO BLOG and tagged , , , , , .

20 Comments

  1. ora sono in una valle di lacrime in un luogo pubblico !! Vi ammiro talmente tanto che non ci sono davvero parole adeguate !
    Una dichiarazione d’amore così è tanto preziosa quanto meritata credo ! Vi abbraccio e buon compleanno !!!

    • Che cara che sei…se ti chiedono perché piangi puoi sempre dire che è colpa di un ragazzo, penseranno ben altro, ma in fondo è la verità. Ahahah.
      Ti racconto una cosa: Riccardo, era malato in quei giorni (ha cominciato a riprendersi proprio il giorno del mio compleanno, dopo 3 settimane) ha scritto tutto dal cellulare, stando a letto. Non poteva farmi sorpresa e regali più belli con la sua lettera e la sua ripresa.
      Non so se merito tutto questo, so che sono fortunata e che al secondo capoverso ero già persa tra le lacrime.

  2. Commovente, non saprei che altro aggiungere. Ogni parola in più sarebbe superflua. Buon compleanno e buona guarigione!
    Ps.io sono del 24 luglio, sei un Leone anche tu?

    • Grazie Mafalda! Anche io non sapevo cosa aggiungere, tant’è vero che non ho fatto nessuna introduzione al post. Mi ha commossa così tanto…
      Forte, facciamo il compleanno praticamente insieme, auguri anche a te!
      Io sono nata la mattina del 23 luglio, primo giorno del Leone. Qualcuno dice che sono una cuspide Cancro-Leone essendo nata all’alba.

  3. caro ricky… vorrei che mio figlio un domani possa scrivere di me anche solo un quarto di quello che stai scrivendo alla tua mamma (che è un po’ fonte di ispirazione anche per me)… cara Barbara… che dono meraviglioso!!! tanti baci a tutti voi, che siete splendidi dal primo all’ultimo!!!

    • Cara Claudia, io so che tuo figlio lo farà e so anche che tu, come me, penserai che sei tanto fortunata e ti chiederai se meriti tutto questo.
      Grazie, un abbraccio immenso!

  4. Quanto Amore e tenerezza infinita in queste parole! Una dichiarazione d’amore meravigliosamente!!! Ecco, ora non vedo, ancor più di prima, l’ora di conoscervi tutti!!!❤️

    • Grazie Valeria, non c’è dichiarazione d’amore più importante che quella dei nostri figli. Anche io non vedo l’ora di conoscervi e giusto stamattina ho parlato dei tuoi bimbi ai miei, soprattutto ai piccoli. Non vediamo l’ora di partire…sono nel pieno del caos…ehm, cioè, delle valigie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *