A te Stella

A te Stella, che sei stata una bambina speciale fin dal concepimento. Sei arrivata senza aiuti, dimostrando anche ai più scettici, che la Natura è forte e ostinata e la vita può nascere anche dai terreni meno fertili. Grazie per aver ridato fiducia al corpo dispettoso della tua mamma.

[expand title=”Read More…” swaptitle=” “]
A te Stella, che, sull’onda delle specialità, hai scelto di sederti sul mio bacino, fin dalla prima ecografia e da lì non ti sei schiodata fino alla nascita. Tu, dopo 3 fratelli nati a termine o oltre, ci hai sorpresi tutti rompendo gli argini con un bel calcetto. Piccina ma determinata, sapevi che nascere due settimane prima del termine della gravidanza era l’unico modo per evitarci un cesareo. Ci abbiamo provato patata, ma gli adulti a volte sono ottusi e ci siamo dovute rassegnare…in fondo l’unica cosa che volevamo era incontrarci.

A te, che nonostante non ti abbiano permesso di nascere come si deve, hai fatto subito vedere chi sei, annunciando a pieni polmoni il tuo arrivo…e forse anche la tua protesta.

A te, che mi hai regalato una magia della nascita ormai rara, la sorpresa di sapere il tuo sesso al parto.  Quando il ginecologo ha annunciato “. È femmina!” se avessi potuto sarei balzata da quel lettino per abbracciarli tutti.

A te, che crescevi a dismisura col mio latte per far capire a tutti che dentro di te non eri piccola come apparivi, ma grande come il tuo cuore e il tuo coraggio. Hai rifiutato a lungo di essere svezzata e avevi ragione, perché tu di Natura te ne intendi e hai sempre scelto la cosa giusta. Sentivi il pericolo e l’hai tenuto lontano più che hai potuto.

A te, che hai vissuto in simbiosi con me per tanto tempo ed è stato un grande privilegio che mi hai donato. Ricordo come ti guardavo incantata mentre ciucciavi il tuo pollice, proprio come faceva la tua mamma alla tua età.

A te Stella, che sei detta anche Radio Stella per la tua chiacchiera e la tua parlantina perfetta fin da piccina. Sei forte e responsabile, sensibile e simpatica. La tua ironia è commovente, perché anche nei momenti più duri della tua vita, hai sempre saputo tirarla fuori e strapparci un sorriso di sollievo.

A te Stella, che mi hai insegnato e dato l’occasione di studiare tante cose, le più importanti della mia vita, grazie. Se sono una mamma migliore lo devo anche a te, se sono un po’ dottore è sicuramente grazie a te, se l’empatia fa parte di me è anche merito tuo.

Quando ci avventuravamo sole io e te in ospedale per nuovi controlli ed esperimenti, tu piccola e bellissima con i tuoi grandi occhi azzurri, eri la mia protetta, ma anche il mio scudo. Non ho mai capito se fossi io a dare la forza a te o tu a darla a me. Forse entrambe le cose.

A te Stella, coi tuoi capelli pazzi, che hai una risata e una gestualità che rapiscono e quando ti guardo negli occhi, mi perdo e mi squaglio. Il tuo sopracciglio che si alza vale più di mille parole, quando non parli è il tuo corpo a farlo per te ed io ho il grande onore di comprenderlo in ogni sfumatura.

A te, cucciola mia, che sei ancora un po’ piccola, ma tanto grande. Sei dovuta crescere in fretta. Non so cosa ci riserverà la tua adolescenza, ma ti ammiro e la fiducia che ho in te per la grande responsabilità che hai sempre dimostrato nella tua difficile esperienza di vita, mi aiuteranno a vivere serena la tua indipendenza. Sei tollerante e comprensiva, ami giocare coi maschi e il tuo fratellone quasi gemello, sei una ragazzina molto sensibile, ma sempre allegra, pur nascondendo una gestione difficile del tuo quotidiano. Sei davvero in gamba!

Tu, la mia Stella, che porti il nome del firmamento che tanto affascinava tua sorella, sei nata per essere una Star. A scuola, dagli amici, in mensa, alle feste, in vacanza, ovunque tu vada, sei il centro delle attenzioni e delle coccole di tutti. E le meriti tutte, tesoro mio, perché sei davvero speciale ed io sono una mamma fortunata.

Auguri per i tuoi avventurosi 12 anni!

Non avrei potuto chiedere di meglio dalla vita che averti come sei. Sei la mia stella e il mio sole e non ringrazierò mai abbastanza la vita per la grande opportunità che è vivere con te.

Ti adoro, Stellona!

E rido ancora pensando a quando, piccina picciò, al pediatra che ti cantò “Stella, stellina” tu dicesti sbuffando: “Ma basta, che noia! Sempre tutti a cantarmi Stella stellina!”

Perciò, occhio ragazzi…siete avvisati! 🙂

[/expand]

Pubblicato in VIDEO BLOG e taggato , , .

14 Commenti

  1. Brividi!!! E tanto per scoprire un’altra affinità…io la grande la chiamo “Radio Sveva”…proprio per la sua parlantina! Auguri Stella!!!

  2. Maddai…bellissimo scoprire di avere in comune anche “Radio Stella” e “Radio Sveva”! 🙂
    Grazie Marika, la tua vicinanza è sempre preziosa. Un bellissimo calore. Ti abbraccio

  3. Prima di sentirlo dire da te ho pensato “cavolo che alto massimo!”

    Elena sempre dolcissima con i suoi commenti.

    Il video dei 4 piccoli insieme quando arriva a casa la sorellina è troppo bella!!!!!!

    Dolcissima stella!!!

  4. Carissima Brb tantissimi auguri alla nostra bellissima e luminosa Stella!! È davvero super la tua ragazza, grazie anche a una super mamma come te! 😉 E riguardo la vita…hai proprio ragione: è sempre un’avventura che vale la pena vivere a fondo, pur con tutte le sue luci e le sue inevitabili ombre! Vi voglio bene Ciurma! Un abbraccio!

    • Ciaooo Miky! Che bello averti qui, non sai quanto!
      Mentre scrivevo il post per Stella, parlando degli amici, delle feste e delle vacanze, avevo soprattutto in mente te sai, con tutto quello che hai sempre fatto per Stella.
      E ti dirò che ti ho ripensata mentre scrivevo della vita che è sempre un’avventura. Sarà che sei spesso nei miei pensieri…
      Poi hai visto? La Bil Bol Bul che mi avevi fatto conoscere tu, non può più mancare tra i dolci a casa nostra! 🙂
      Un abbraccio, vi voglio un gran bene anche io!

  5. ma pensa un po’ che mi ero persa questo videoooooo……………..bellissimo come sempre partecipare ai vostri compleanni!!!!!!! Imperdibili Elenuccia e Nicolino che soffiano sulla torta mettendo in evidenza uno dei problemi delle famiglie numerose: a turno ad ogni compleanno devono soffiare sulle torte generando torte sputazzate uniche ahahahahaha mi hai fatto morire perche’ anche noi sopratutto quando ci uniamo alle mie cognate e il giro delle sputazzate e’ lunghissimo siamo li’ a chiederci: ma chi la mangera’ ora quella torta li’ e puntualmente viene divorata in un istante ahahahah………………ancora auguri alla dolcissima Stella unica donna che abbia generato in Domenico ammirazione…perche’ non e’ da tutti saper giocare alle carte Pokemon!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ahahaha grande Stella!

    • Hahah…anche voi torte sputazzate che poi vengono immancabilmente divorate, forte!!!
      E Stella sarà felicissima di sapere che c’è scritto sul suo post dell’ammirazione di Domenico per lei perché sa giocare con la carte dei Pokemon. Stella è molto fiera di amare i giochi dei suoi amici e compagni maschi! 😉
      Un bacio

  6. come sempre i filmati del passato sono tenerissimi. Vedere i grandi allora piccoli ci mette in contatto con quel miracolo che è la crescita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *