Bisogno di coccole

Chi dice di non aver bisogno di coccole mente, soprattutto a se stesso.

Lo dico per esperienza personale, anche se col sostegno della scienza. Spesso pensiamo che si tratti di studi generici e magari scontati, validi più che altro per i bambini che hanno bisogno delle coccole per sentirsi riconosciuti, amati, protetti e sostenuti.
I bambini che crescono ricevendo contatto e coccole, crescono più sicuri e imparano ad accettarsi per come sono. La privazione del contatto e delle coccole, al contrario, provoca insicurezza e può addirittura portare a disturbi dello sviluppo.

Quando prendiamo in braccio i nostri figli, quando li stringiamo a noi o li aiutiamo a superare una difficoltà, quando giochiamo con loro o ascoltiamo le loro preoccupazioni, oltre a consolarli e a contribuire al loro benessere, gli trasmettiamo fiducia verso il prossimo e gli insegniamo quella in loro stessi, oltre a fargli capire che non sono soli e qualche volta potranno anche alzare le braccia, perché ci sarà sempre una rete sotto.

Sono benefici che si portano dietro per tutta la vita.

Coccole e carezze accendono qualcosa di incorporeo, eppure lo fanno attraverso il corpo, affettivamente pregno.
(Dario – mio fratello)

Il nostro corpo e il nostro cervello hanno bisogno di coccole e contatto. A livello cerebrale si alza il livello di ossitocina, non a caso definito l’ormone dell’amore, che dona benessere alleviando ansia, stress e paura.

Due persone unite in un abbraccio si sincronizzano nel corpo e nella mente. Questo comporta benefici psicofisici: il benessere passa per il corpo e la psiche, apportando benefici sulla salute in generale, poiché aumentano le difese immunitarie.

Abbracci, carezze e coccole consolano, ci fanno sentire amati, contenuti, infondono sicurezza e fiducia, coraggio e forza, attenuando la sofferenza mentale e fisica.

A chi non capita di averne bisogno?

Di solito io abbraccio i figli prima di dormire, gioco con loro, gli parlo e li ascolto, a livelli diversi, con i più grandi e i più piccoli. È un dare e avere amore e coccole che si fonde e confonde.

Poi ci sono i grandi da cui ricevo, quando capiscono che ho bisogno di aiuto e consapevolmente si ritagliano uno spazio per coccolarmi. Anche se avrebbero da fare, i loro pensieri, la loro vita, decidono di dedicarmi del tempo.

Oggi Valeria decide di prendersi cura di me. Prepara la tinta per i capelli e me la fa, regalandomi un momento di coccole, riposo, chiacchiere e dandomi la spinta per “farmi bella” e uscire.

Grazie Valeria! ❤ 

Condividi con:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Posted in CiurmaMom and tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *