Chi non si aspetta l’inaspettato…

Chi non si aspetta l’inaspettato, non troverà la verità. (Eraclito)

Secondo il filosofo greco Eraclito non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti ed io stavolta non mi aspettavo di tornare in ospedale con Elena.
Spero -quindi- di trovare la verità, la causa per cui Elena non riesce a guarire.
Fin dalla prima volta che siamo andati in ospedale, benché io fossi un po’ preoccupata e molto dispiaciuta che Elena continuasse ad avere febbre tanto alta per tanti giorni di seguito, sentivo che non si trattava di qualcosa di grave, ma mi rendevo conto che era necessario approfondire.
Stare in ospedale e subire indagini, a volte un po’ invasive sia dal punto di vista fisico che emotivo, è sempre un’esperienza che lascia un segno nei bambini. Meno ci si deve confrontare con questa esperienza e meglio è.
La prima volta Elena è andata serena, moderatamente prudente, ma collaborativa.
Stavolta ha cominciato a piangere fin da quando le ho detto che sarebbe stato necessario tornare.
Fino ad un attimo prima ero convinta che la situazione di Elena si sarebbe chiarita con la venuta del pediatra a casa, invece è stato il pediatra stesso che, dopo aver fatto uno stick nelle urine di Elena aveva suggerito di andare in ospedale e aveva telefonato in pediatria per annunciare il nostro arrivo.
Non me lo aspettavo e non se lo aspettava Elena, ma dovevamo per forza andare per scoprire la verità. Saremmo rimaste col dubbio se Elena avesse la mononucleosi, se avesse qualche infezione batterica o se avesse solo le difese troppo basse a forza di prendere ogni virus soffiato nell’aria.
Le analisi fatte dimostrano che Elena ha una qualche infezione, non è ancora chiaro dove, ma ce l’ha e ora le daremo una mano a combatterla, perché lei da sola ha già fatto tutto il possibile.
La mononucleosi, che pareva plausibile alla visita, è stata esclusa dal test specifico sul sangue e, dopo sei flebo di soluzione fisiologica, Elena comincia a riprendersi.
Ora, che sia un’infezione alle vie urinarie o alle tonsille come nelle due ipotesi più accreditate, la cura cambia poco e a noi è data la possibilità di tornare subito a casa e tornare dopo le feste di Pasqua per ritirare gli esiti.
Non so ancora se questo ricovero inaspettato ci farà trovare la verità, ma di certo questo rientro a casa dopo l’inaspettato, ci ha fatto trovare la felicità!
Posted in VIDEO BLOG and tagged , , .

14 Comments

  1. Un abbraccio alla patatina Elena che deve subire queste torture!!
    Non smetterò mai di dirtelo: ti ammiro tanto e credo che tu sia la mamma che tutti dovrebbero avere, coraggiosa, sensibile, aperta, decisa e sulla quale tutti possono contare.

    • Grazie, sei di una dolcezza infinita!
      Il tuo commento mi ha commossa, lo terrò al calduccio per quando ho qualche pensiero triste. Grazie infinite, mi hai dato un sacco di forza!
      Un abbraccio a te e grazie di avermi scritto anche qui.
      Buona Pasquetta!

  2. Tanti auguri a tutti di Buona Pasqua…anche se in ritardo…ma soprattutto auguroni di pronta guarigione a Elena. Un bacione grande!!!
    Maria

    • Maria, grazie per la tua presenza, so che ti sei affezionata a noi, ma io mi sono affezionata a te.
      Ti ho pensata varie volte e sono felice di poterti fare anche io gli auguri di Buona Pasqua e Pasquetta!
      Elena sta sempre meglio.
      Un bacione

  3. Mi spiace molto per Elena!È sempre brutto vedere i nostri piccoli stare male..vi auguro che si risolva tutto per il meglio e che Elena torni a sorridere..un abbraccio e Buona Pasquetta!

    • Verissimo Annalisa, è sempre brutto vedere i nostri piccoli stare male…daremmo qualunque cosa per metterci al loro posto.
      Elena ora sta meglio, è incredibile come possano riprendersi i bimbi. In questi dieci giorni ha perso un kg (e questo dopo essere stata reidratata ben bene con 6 flebo) il che significa che da 14 kg è passata a 13. Ha perso quasi il 10% del suo peso, ma dalla colazione che ha fatto stamattina, sono certa che recupererà in fretta.
      Buona Pasquetta anche a te!

  4. Che piccola e che tenerezza vederla così malata e debole. Mi auguro che davvero venga fuori una diagnosi, ma soprattutto una guarigione. Vogliamo rivedere Elena attivissima e piena di gioia come sempre!
    Un abbraccio a te, povera mammina che ha dovuto traslocare in ospedale. E a tutti gli altri membri della famiglia, a casa da “soli” (perché se anche manca anche solo un membro della famiglia, per un motivo di questo genere, ci si sente soli anche se si è in molti)

    • Ciao, mentre scrivevo gli aggiornamenti nel post, ti pensavo. Tutto quello che hai scritto descrive esattamente i miei pensieri: se arriverà una diagnosi sarò contenta, ma l’importante in fondo è solo che guarisca.
      Inoltre è vero, il trasloco in ospedale scombussola parecchio, non solo chi va, ma anche chi resta.
      Fortuna vuole che fossero iniziate le vacanze di Pasqua e sono potuta partire lasciando i figli a casa in autogestione, senza la complicazione degli orari e gli impegni scolastici.
      Elena sta meglio e vederla ridere anche con gli occhi (…e le occhiaie) mi fa una tenerezza infinita.

  5. Noo povera bimba di nuovo in ospedale , non posso vedere Elena in ospedale preferisco vederla in cucina che dirige i lavori e vi fà lavorare sodo , scherzi a parte spero che rientri tutto e in breve tempo, ormai i vostri video sono diventanti un appuntamento piacevole un’iniezione di armonia anche per la mia ragazza che vi ha soprannominato i Robinson del piemonte.

    • Ahahah, che bello…è un grande onore essere soprannominati i Robinson del Piemonte!
      Sì sì, W Elena che dirige i lavori e ci mette sotto in cucina! Con tutto questo tifo si rimetterà subito!
      Un saluto a te e alla tua ragazza e grazie per la vostra affettuosa e allegra vicinanza. 🙂

  6. Ti anzi vi mando tanto coraggio una ragazza piemontese … Vedrai che un giorno potrai ricordare questo periodo come un brutto spavento ormai lontano e la tua piccolina tornerà a giocare felice e allegra come sempre .

    • Ciao Mafalda, grazie per il tuo incoraggiamento! Hai ragione, presto sarà solo un ricordo. Brutto ma con dei risvolti molto dolci con la mia piccolina.
      Un bacio

  7. Leggo solo ora (eravamo a fare una piccola vacanza pasquale al mare) povera cucciola!
    speriamo si risolva tutto per il meglio… vi ricorderò nelle preghiere! un abbraccio

    • Chiara, grazie, sei un tesoro! Le cose sembra che si siano risolte o si stiano risolvendo. Teniamo ancora lo sguardo vigile su alcuni dettagli, ma sta molto meglio.
      Abbiamo anche fatto una bella gita alla fine di questo periodaccio…sperando che sia di buon auspicio per una bella primavera!
      Senti…ci vediamo al mammacheblog?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *