Crostata di San Valentino, senza uova e burro

Chi mi conosce lo sa, non amo la festa di S. Valentino che ha un carattere esclusivamente consumistico, ma fa sempre tenerezza vedere due innamorati presi dal festeggiamento del 14 febbraio.

I miei due innamorati sono i figli più piccoli che guardano a questa festa con due occhioni languidi, sempre pronti a fare lavoretti e disegnare cuori ovunque.

È bastato dirgli che presto sarebbe stato San Valentino per vederli mettersi all’opera con carta, forbici e pennarelli e per chiedermi se poi avremmo anche fatto una torta.

Ma certo….ogni occasione è buona per un’attività insieme e se poi possiamo anche mangiare il nostro lavoretto, il festeggiamento è perfetto!

Le idee le avevamo chiare, avremmo fatto una crostata a forma di cuore con marmellata rossa.

La nostra crostata farebbe storcere il naso ai più: una pasta frolla senza uova e, addirittura senza burro, è inammissibile! Eppure è buonissima, morbida e gustosa. Da provare.

Una crostata ottima per tutti, non solo per chi ha intolleranze o allergie a latte e uova o per i vegani.

Inoltre, rispetto alla frolla, ha il vantaggio di non dover riposare in frigo, il che è comodo quando si ha poco tempo.

Ecco come abbiamo fatto la nostra
CROSTATA DI SAN VALENTINO, SENZA UOVA E BURRO.

INGREDIENTI:

350 g di farina
Una bustina di vanillina
Una bustina di lievito
Un pizzico di sale
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di olio di semi di girasole
Acqua q.b.
250 g di marmellata di fragole o di ciliegie

PREPARAZIONE:

Unire in una terrina la farina, il lievito, lo zucchero, la vanillina e il sale.

Aggiungere i 4 cucchiai di olio, unire poco alla volta l’acqua e cominciare a impastare.

Trasferire l’impasto su una spianatoia e continuare ad aggiungere acqua fino a ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Mettere l’impasto su della carta da forno e coprirlo con un altro foglio di carta da forno (non necessario ma aiuta a stendere senza che l’impasto rischi di appiccicarsi al mattarello).

Assottigliare l’impasto tenendo presente che contiene del lievito, quindi in cottura si alzerà leggermente.

Mettere l’impasto in una teglia a forma di cuore e allargarlo in modo da ricoprire anche i bordi esterni, altrimenti, in mancanza della teglia a forma di cuore, tagliarlo a forma di cuore e, con le parti esterne eliminate, formare un cordolo che possa trattenere la marmellata in cottura.

Spalmare la marmellata e, se avete ancora ritagli di pasta, decorate ulteriormente la crostata.
I miei figli hanno deciso di dare un volto al nostro cuore.

Infornare a 180° per 30-35 minuti.

Far raffreddare e gustare.

🙂

Posted in Cucina per allergici and tagged , , , , .

6 Comments

  1. Ciao! Bravissimi…mi avete fatto venire voglia di fare una bella torta x san Valentino!
    Prenderò spunto dalla vostra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *