Elena toglie le rotelle: intervista

Esercizio. Progressi. Delegare. Divertimento. Autonomia.

Quante cose importanti mi frullano nella testa, quando la maestra mi annuncia che Elena vuole togliere le rotelle alla bicicletta.

Alla scuola materna di Elena, i bambini dell’ultimo anno svolgono un’attività che mi piace molto.
Tutti i lunedì, e a giovedì alterni (divisi in due gruppi), i bambini di cinque anni escono in bicicletta, mentre i bambini di tre e quattro anni fanno il sonnellino pomeridiano.

Chi ha la bicicletta a casa può portare la sua, altrimenti ci sono delle biciclette a disposizione a scuola, solitamente donate da ex allievi.

Che le bici abbiano le rotelle o no, tutti i bambini devono indossare il caschetto ed escono a pedalare con le insegnanti e qualche genitore o nonno disponibile….che non deve rigorosamente essere parente di nessuno di questi bimbi, onde evitare attenzioni o apprensioni particolari, anche se involontarie.

Quando è iniziata questa attività a metà novembre, Elena non aveva una bicicletta, quella di Nicola alla stessa età, era troppo grande per lei. Ne avevo trovata una al volo di seconda mano, il giorno prima di iniziare la sua avventura in bicicletta con la scuola.

Avevo fatto prendere confidenza a Elena con la bici in un weekend. Piccina, quante cose diamo per scontate, ma sono tutte da imparare. Inizialmente non sapeva neanche come iniziare la pedalata spingendo sui pedali, ma ha imparato in fretta.

Dopodiché avevo portato, e lasciato, la bicicletta a scuola.

In questi due mesi Elena è andata regolarmente in bici con i compagni e le maestre (mi viene difficile usare il maschile per gli insegnanti della materna, ma abbiamo anche il maestro Stefano, che Elena adora e pare essere molto bravo a far togliere le rotelle ai bambini).

Un pomeriggio, andando a prendere Elena, dopo la biciclettata del lunedì, la sua maestra mi dice: Elena ha deciso di togliere le rotelle!

So che, contrariamente a suo fratello Nicola, che non ha mai amato la bicicletta, Elena va sempre con piacere a pedalare, ma non mi sarei aspettata che di punto in bianco avrebbe fatto questa dichiarazione.

Felice e incredula di non dover fare io l’insegnante, accolgo con entusiasmo la notizia. Ricordo bene quando seguivo tutti e quattro i figli più grandi tenendoli dal sellino, anche da incinta con un gran pancione. Una soddisfazione vederli fare le prime pedalate da soli, ma che fatica!

So per certo che Elena non sa bene cosa comporti togliere le rotelle, ma ormai la decisione è presa, proprio da lei e con entusiasmo. Questo entusiasmo le farà superare ogni difficoltà.

Così il pomeriggio stesso torniamo da scuola portandoci la bicicletta a casa per togliere le rotelle.

Propongo a Elena di pedalare fino alla macchina.

ultimo giro con le rotelle

E già vedere con che confidenza e destrezza Elena gestisce la bicicletta – sebbene con le rotelle – mi riempie il cuore. Piccina, che bella che sei! Fiera e ritta sul sellino, pedalando decisa su due ruote che girano a fatica, proprio per via delle rotelle.

Presto metterai le ali con questa bici ed io già mi commuovo al pensiero.

Tolte le rotelle riportiamo la bici a scuola.

E così Elena va per la prima volta in bici senza le rotelle. Esce da scuola entusiasta. Ride ride ride.
Per tutto il tragitto verso casa racconta.
Come non chiederle se ha voglia di rilasciare una piccola intervista.

“Mamma, ora che abbiamo tolto le rotelle, per fare stare in piedi la mia bicicletta, serve un CAVALLINO!”

E cavallino sia! Vieni Elena, andiamo a comprarlo.

Posted in Bambino 0-11 anni, VIDEO BLOG and tagged , , , .

3 Comments

  1. Che bella storia sembra me da piccola quando i miei genitori mi hanno insegnato ad andare via senza rotelline tante cadute ma poi ho imparato!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *