FRASI DEL GIORNO – GENNAIO 2017

“C’è così tanta nebbia, che potrei scattare una foto, stamparla e usarla come foglio bianco!” (Massimo, 31-1-2017)

Elena – “Ora che ho fatto il bagnetto ho le tette che profumano.”
Riccardo – “Ma quali tette?”
Elena – “Tutte e due!”

CiurmaMom Nicola Elena in cucinaRiccardo – “Elena, certo che tu e la mamma da vicino siete proprio uguali! Stessi capelli, stesso sorriso…uguali!”
Elena – “Non siamo proprio uguali: abbiamo i pantaloni diversi!”

“Mi fa male la labbra di sopra!” (Nicola, 27-1-2017)

“Mamma, ti dico una cosa importantissima: lo sai che il cervello cambia forma ogni volta che impari qualcosa di nuovo?” (Nicola, 26-1-2017)

cucinando_Stella_Nicola_Elena“Mamma, guarda. Riesco a contare in inglese anche ad occhi chiusi! E anche guardando in giù!” (Elena, 25-1-2017)

“Non voglio la tachipirina, mi piace essere ammalato e avere i tupi abbracci e le tue coccole.” (Nicola, 24-1-2017)

“Oggi a scuola mi hanno misurato la febbre due volte. La prima mi pare che avevo 30 e la seconda 37.6 o 73.6. Non ricordo, sono confuso!” (Nicola, 23-1-2017)

photo_2017-01-22_21-13-55“Mamma, stammi vicino mentre studiamo, così mi dai il potere dell’abbraccio!” (Nicola, 22-1-2017)

“Non voglio questa pizza, è troppo calda e troppo fredda.” (Elena, 21-1-2017)

“Le coinquiline vivono con Valeria, quindi sono un po’ parte della famiglia vero?” (Nicola, 20-1-2017)

“Mamma di 10.000 figli organizza un Q&A!” (Riccardo, 19-1-2017)

merenda“Hai presente le ossa che abbiamo dentro al nostro corpo? Ecco. Io mi sono rotta l’osso del piede e ora ho bisogno di riposarmi!” (Elena, 18-1-2017)
Massimo – “Quando stringi la mano a qualcuno dici: piacere di conoscerla.”
Elena – “Oppure: piacere di conoscerlo, se è un maschio!”

“La prossima volta che vai a mangiare la pizza con le tue amiche, dovresti mangiare un po’ più velocina!” (Elena, 16-1-2017)

Bottle flip“Abbracciare e amare sono verbi della stessa coniugazione, ma hanno un significato diverso.” (Nicola, 15-1-2017)

 

“Forse lo so perché mi hai chiamata Elena. Perché sono nascìta femmina!” (Elena, 14-1-2017)

“Mamma guarda, è tutto NEVATO qui!” (Nicola, 13-1-2017)

“Ma questo è shushi!” (Elena, 12-1-2017)

Elena malata“Nico, vuole che ci mettiamo seduti vicini. È la prima volta che me lo chiede. È così bellino stare seduti sulle sedie insieme!” (Elena, 11-1-2017)

Mamma – “Perché piangevi a scuola?”
Elena – “Piangevo? Non lo sapevo…non mi vedo la faccia!”

“Ruben riesce a leggere gli orologi senza guardare l’ora!” (Elena, 9-1-2017)

Elena – “Quanto fa 0+0?”
Mamma – “Fa zero.”
Elena – “Peccato. Speravo 1, o meglio ancora 100!” (8-1-2017)

nanna nel lettone

“Abbiamo disfatto il lalbero di Natale!” (Elena, 7-1-2017)

“Oggi è il giorno della Befanìa!” (Nicola,6-1-2017)

Mamma – “Nico, come sei veloce a fare i compiti, non riesco a starti dietro!”
Nicola – “Come non riesci a starmi dietro? Sei seduta davanti!”

“La proprietà commutativa è quella in qui bisogna mettere al contrario gli addenti, o i fattori, e il risultato non cambierà, cioè rimane lo stesso.” (Nicola, 4-1-2017)

Nicola febbre“Valeria è un elefante che sta starnutando!” (Nicola, 3-1-2016)

Nicola – “A chi vuoi bene di più della famiglia?”
Mamma – “A nessuno di più.”
Nicola – “Non è possibile, c’è sempre un più: nei numeri c’è un più, nelle lettere c’è un più, nelle forme c’è un più…”

“Mamma, io ti preferisco più di 2000 kg di pane!” (Nicola, 1-1-2017)