Frasi del giorno – Novembre 2015

le coinquiline“Peccato che non abbiamo fatto il bicchiere zero del calendario dell’Avvento, se no l’avrei già aperto oggi!” (Nicola, 30-11-2015)

“Quello è il tuo maestro, mamma? Ma ha i capelli! Io credevo che fosse pelato.” (Nicola, 29-11-2015)

“Visto che lo fanno a Parma, il parmigiano dovrebbe chiamarsi parmagiano!” (Nicola, 28-11-2015)

Elena – “Mamma, ma devi proprio andare da sola a Parma?”
Nicola – “Già…e se ti vogliamo e tu non ti ci sei?”

Nico_Elena_per_strada“I pesciolini sono i miei amaletti preferiti.” (Elena, 26-11-2015)

Nicola – “Se non avrei avuto quel calcio nell’occhio…”
Mamma – “Se non avessi, Nico.”
Nicola – “Sì sì, se non sarebbe accaduto.”

“Quel nonno mi ha chiamata personaggio, ma io non mi chiamo personaggio!” (Elena, 24-11-2015)

“Quando ero piccola nata, ero nella tua pancia, ché non c’ero.” (Elena, 23-11-2015)

“Caccuno mi ha fatto male!” (Elena, 22-11-2015)

IMG_20151105_204950“Mi piace Alice (la ragazza di Riccardo). Mamma, potremmo fare un’uscita a quattro!” (Elena, 21-11-2015)

“Ma se di un bambino o di un ragazzo si dice che sta crescendo, perché di un adulto si dice che sta invecchiando? Non potremmo continuare a dire che sta crescendo?” (Stella, 20-11-2015)

“Mamma, ti dico una buona notizia! Mi compri un computer?” (Elena, 19-11-2015)

“Sai mamma, quando ero piccola come Valeria da piccola, usavo anche io il ciuccio.” (Elena, 18-11-2015)

“Con le cazzate che ci scriviamo tra noi, dopo Mamme che scrivono messaggi su WhatsApp dovremmo creare la comunità Fratelli che scrivono messaggi su WhatsApp.” (Massimo, 17-11-2015)

“Ho una cattiva notizia e una buona notizia. La cattiva è che la calcolatrice non funziona più, perché l’ho fatta cadere nell’acqua, la buona è che non c’è stata nessuna esplosione!” (Nicola, 16-11-2015)

disegno_Elena“Non sono vienuta perché non ho sentito che mi chiamavi.” (Elena, 15-11-2015)

“Mamma, mi dai un abbraccio? Lo sai che mi piace la dolcezza!” (Nicola, 14-11-2015)

“Nicola, lascia stare il mio palloncino, non fare il biriccone!” (Elena, 13-11-2015)

“Oggi all’asilo ho disegnato me e Nicola che guardiamo un sole di cacca. Di cacca perché è marrone.”
(Elena, 13-11-2015)

“No mi sono accorgita e Riccardo di scuola mi ha pestato un ginocchio.” (Elena, 12-11-2015)

“Ti devo dire due cose: la prima è che a scuola mi sono abbottonata da sola. La seconda è che ce l’ho fatta davvero! (Elena, 11-11-2015)

Stella-Elena-pc“Mi fa male la voce.” (Nicola, mentre cerca di spiegarmi perché sta piangendo)

“Quando sarai piccola, andrai anche tu a scuola, prenderai il mio peluche e io prenderò la tua età!” (Elena, 09-11-2015)

“Sento come se la mia fronte fosse cotta in forno” (Nicola e la febbre)

Nicola-Elena-divano“XI è il numero 11 scritto in romagno.” (Nicola, 7-11-2015)

“Lo sai che papà è un uomo? Ma io voglio sposare te, tanto due femmine si possono sposare.” (Elena, 6-11-2015)

“La mia schiena si è muovita.” (Elena, 5-11-2015)

“Quando viene Natale? Tra dieci minuti?” (Elena 4-11-2015)

“La storia di Cappuccetto Rosso mi piace perché perché c’è il cibo.” (Nicola, 3-11-2015)

“Ma come, mamma…la tua classe è la casa? Ma è una cosa orribile! Noi ci sgranchiamo le gambe per andare a scuola!” (Nicola, 2-11-2015)

Bl-bl-bl! Questo è parlare in inglese, però è difficile eh!” (Elena, 1-11-2015)