FRASI DEL GIORNO – NOVEMBRE 2016

ragazzi-in-festa“Ma il corpo è stato inventato tutto insieme o a pezzi? Ad esempio: perché le mani hanno cinque dita?” (Nicola, 30-11-2016)

“Siamo al NOVESIMO posto.” (Nicola, 29-11-2016)

“Questa non è la verità, è una MENTITURA!” (Nicola,28-11-2016)

“Mamma, ti faccio una domanda difficile: ti piace di più il me del passato o il me del presente?” (Nicola, 27-11-2016)

ricky-pc-400x225“3 è PIÙ maggiore di 2, perché 2 è più piccoletto!” (Elena, 26-11-2016)

“Ma chi ha fatto diventare tutto questo vapore acqueo così pesante? Non smette più di piovere!” (Nicola, 25-11-2016)

“Secondo te, quante gocce di pioggia cadono contemporaneamente?” (Nicola, 24-11-2016)

“Mamma, come pensi che sarò da grande? Io credo che sarò molto attento. Silenzioso. Preciso. Bravo.” (Nicola, 23-11-2016)

Nico_Elena_nov2016Nicola – “Scommetto che se tu tornassi indietro nel tempo, mi sposeresti.”
Mamma – “Sì, è Vero.”
Nicola – “Un momento. Ma tornando indietro nel tempo io non ci sarei. Questo sarebbe un problema!”

“Nico, cosa hai mangiato a scuola per cena?” (Elena, 21-11-2016)

“Penso che il senso della vita sia relazionarsi con almeno una persona.” (Massimo, 21-11-2016)

20161113_compiti“Dopo puliscerai anche il mio piatto?” (Elena, 20-11-2016)

“Mamma, ma io faccio schifo nei passati remoti. Mica vivo nelle favole!” (Nicola, 19-11-2016)

“Ci sono due stereotipi diffusi: la nonna che cucina tanto e la madre che non capisce niente di tecnologia. Nel mio caso non vale né l’uno né l’altro.” (Stella, 19-11-2016)

“Lunedì di italiano faremo i verbi corrotti!” (Nicola, 18-11-2016)

photo_2016-11-07_12-17-33“A scuola, con la terza coniugazione, abbiamo finito i tempi semplici. Mi dispiace!” (Nicola, 17-11-2016)

“Ho cambiato nome, perché il mio era vecchio. Ora mi chiamo Elena Angelo.” (Elena, 16-11-2016)

Elena – “Di che colore sono questi pantaloni?”
Mamma – “Sono un tipo di grigio scuro che si chiama antracite.”
Elena – “Belli questi pantaloni antraciche!”

“I neonati fanno gu-gu-ga-ga ma non è una parola. Per farsi capire dovrebbero fare i gesti!” (Elena, 14-11-2016)

photo_2016-11-07_12-17-51“Quando ero piccolo la canzone “A te” mi faceva addormentare, ora mi fa piangere. Ha cambiato senso.” (Nicola, 13-11-2016)

“I gelati si comprano in gelatia.” (Elena, 12-11-2016)

“Mirko ha i capelli da femmina, ma è un maschio. Io ho un nome da femmina, ma sono un maschio.” (Nicola, 11-11-2016)

Elena – “Ho fatto un disegno per te e uno per papà. Sai perché li ho fatti diversi?”
Mamma – “No, perché?”
Elena – “Perché volevo farli diversi!”

cessotour“Hai visto gli alberi che hanno piantato nella mia scuola? Hanno messo direttamente la pianta, invece del seme. Certo che son impazienti eh!” (Nicola, 9-11-2016)

“Questa strada va in scendenza.” (Nicola, 8-11-2016)

“Sono andata in bici, per imparare ad andare in bici, ma lo sapevo di già!” (Elena, 7-11-2016)

“Ho scopato tutte le foglie. Ce l’ho fatta. Sono una scopona!” (Elena, 6-11-2016)

dsc01934

“Con questo gioco, ho fatto un trapianto di cuore, ora devo fare un trapianto di irene!” (Nicola, 5-11-2016)

“Le castagne sono cuocite!” (Elena, 4-11-2016)

Elena – “Nico, lo sai che oggi a scuola al posto di dormire ho imparato l’inglese?”
Nicola – “Perfetto! You know that I love English!”
Elena – “Eh??”

“Mamma, io amo te. Nicola ama te. Quindi Nico deve spostarsi!” (Elena, 2-11-2016)

“Mamma, se mi dici così, mi confudi!” (Nicola, 1-11-2016)