I VANTAGGI DELLO SCIOPERO (Seconda parte)

Elena oggi non è andata alla scuola materna, per via dello sciopero degli insegnanti.

Siamo contente in due.
Lei di stare a casa con me, io di vederla così felice ed entusiasta di trascorrere insieme una giornata di routine che improvvisamente mi appare speciale, bellissima e luminosa, la più desiderabile: accompagnare i figli a scuola, fare la spesa, i lavori di casa, il lavoro al pc, il pranzo per i ragazzi, i recuperi a scuola alle ore più disparate.

La mattina scorre veloce e incalzante come al solito, ma finalmente mi godo la dolce presenza di Elena, senza che sia malata, cosa che ultimamente capita con una certa frequenza.
Nonostante Elena sia a casa, riesco a lavorare. Lei mi aiuta con partecipazione e poi gioca e disegna tranquilla.

Improvvisamente Elena si accascia sul divano.
Ha freddo. È stanca. Le fa male prima una gamba e poi la schiena. Le guance sono rosse e le mani fredde. Non ci sono dubbi: le sta salendo la febbre.
Sono incredula, perché le era appena passata, pochi giorni prima, per uno dei soliti attacchi di PFAPA.

“Mi provi la febbre, mamma?”

38.5° C, ma non c’era bisogno di misurarla.

È ora di andare a prendere Massimo e Stella a scuola. L’uscita di casa è molto diversa da quella di poche ore prima ed io passo dalla modalità mamma disincantata alla modalità mamma chioccia.

Ammetto che mi piacciono entrambi i ruoli, forse perché ho la fortuna di non essere apprensiva e prendo le situazioni con loro come vengono.

È primavera e a quest’ora fa caldo, ma Elena ha freddo e la avvolgo nella sua copertina di Dory, regalo di Babbo Natale.

Elena è pronta per uscire, pensa di non farcela a camminare e ci accordiamo per rientrare in casa in braccio al fratellone Max, che sicuramente sarà fiero di questa richiesta.

In macchina rifletto.
Per via della PFAPA, Elena salta spesso la scuola, oggi è stata così in gamba da “scegliere” un giorno di sciopero per il suo attacco di febbre.
Chissà se è un caso.
Ogni tanto mi chiedo se sia vero che niente accade per caso e mi piacerebbe sentire cosa ne pensiate voi.
Fatemi sapere il vostro pensiero. Ogni occasione, anche solo una banale febbre dei bambini, per noi mamme è un’occasione di riflessione.

Quel che è certo è che oggi ELENA HA PRESO DUE PICCIONI CON UNO SCIOPERO!

Posted in VIDEO BLOG and tagged , , , .

18 Comments

  1. Ciao Barbara sono Rita sono molto dispiaciuta per tua figlia Elena non ci voleva . Gli darai un bacio da parte mia a Elena. Grazie Rita

  2. Cara Barbara,
    aspettavo la parte seconda del tuo video..e ho avuto conferma di ciò che pensavo.
    Intanto mi dispiace per Elena ma sono anche tanto contenta perchè ha una mamma così come ti sei descritta..non apprensiva e che è in grado di prendere le situazioni come vengono.
    Ora che mi conosci un po’ di più sai che per me questo è un grande dono visto e considerato che è il mio status di mamma ideale ma che è ancora tanto lontano da me. Dico “ancora” perchè la speranza di raggiungerlo, col tempo, ce l’ho sempre.
    Arriviamo alla tua domanda..solo leggendola mi si è formato un nodo in gola.
    Allora non sono l’unica…allora non sono un alieno!
    La nostra situazione la conosci e tante volte mi piacerebbe poterti parlare di persona e non solo dietro ad uno schermo…così, per fare due chiacchiere tra mamme..e forse una volta ci è anche scappato un commento del genere…
    Io mi sono convinta che no, niente accade per caso. Mai.
    Tutto ciò che capita nella vita ci serve per crescere, per imparare e perchè no.. anche per migliorare. E ti dirò che penso anche che quello che ci capita..ci capita perchè siamo in grado di affrontarlo. Anche se non ci sembra…siamo nate per affrontarlo.
    ….Io ci sto lavorando 🙂 è dura…si combatte…si piange (personalmente,a tratti, molto…..chissà se anche in questo non sono la sola?!?!) ma si stringono i denti con la consapevolezza dentro di se che, comunque vada, ne usciremo bene e felici perchè noi sappiamo affrontarlo.
    Ti abbraccio….. grazie per gli spunti di riflessione che mi dai ogni volta soltanto leggendo le vs. bellissime avventure.
    ps. e cmq ho pianto anche solo vedendo Massimo che stringe Elena..così non vale 🙂

    • Grazie per le tue belle e sentite parole, Paola.
      Pensare che forse siamo in grado di affrontare quello che ci capita può essere sia una consolazione che una condanna, però è vero che a volte scopriamo di essere in grado affrontare situazioni che mai avremmo pensato di poter sostenere. Forse perché comunque quando le cose accadono non è che abbiamo alternative e se c’è una cosa che noi donne sappiamo fare è cercare di trasformare in forza le difficoltà…o almeno ci proviamo.
      Grazie a te, che hai aggiunto riflessioni alle riflessioni.
      Un abbraccio immenso! Coraggio, stai facendo un grande lavoro!
      PS: Anche a me ha strappato il cuore la tenerezza di Massimo

      • Non lo so se sto facendo un grande lavoro…ma la certezza è che ci sto provando con tutto il cuore.
        Un abbraccio grande e buon weekend a voi tutti.
        <3

  3. Ciao famiglia ormai posso anche dirlo. Ancora la febbre povera Elena se abitavo li vicino venivo io a tenerla mentre tu andavi a prendere Max e Stella da scuola. Non se ne può più di questi attacchi di PFAPA ma quando finiranno? Io vi adoro dai un bacione forte forte alla piccola Elena da parte mia e dille che per me è la più bella bambina di questo mondo. Forza e Coraggio vi sono molto vicina. Vi amo da impazzire. Auguri di cuore. Ciao Ciurmamom

    • Valentina, che cara che sei! Saresti stata un’ottima baby-sitter! Sì, speriamo che questi attacchi di PFAPA finiscano presto. Un abbraccio e un bacio

  4. Ciao Barbarella cara, avevo to un leggero sospetto dal primo video che poi ci fosse stata un’evoluzione della giornata, purtroppo, non sia quanto mi dispaiace per la piccola e dolcissa Elenina, chise lo aspettava era così gioiosa e piena di vitalita’ al supermercato con te la mattina, così all’improvviso mi ha spiazzata, e’ proprio antipatica questa pfepa certo spesso rifletto che anche per me tutto ha una spiegazione e nulla accade x caso come oggi x fortuna la piccolina era con te e ti sei potuta bit o accorgere del suo improvviso malore e l’hai potutaprontamente coccolare, io sono credente e sento sempre la vicinanza del Signore accanto a me e alla mia famiglia quindi penso che ci protegga e ci aiuti, questo lo penso anche per te.Comunque sono meravigliosi anche i tuoi ragazzi con la sorellina, protettivi e anche ironici da sdrammatizzare la preoccupazione! Spero passi tutto presto è per Elena arrivi un lungo periodo senza malanni!!!! Ti abbraccio Barbara e forza e coraggio

    • Hai ragione: protettivi e ironici per sdrammatizzare la preoccupazione. Hai proprio visto lungo, che bella cosa! La PFAPA fa proprio così, coglie all’improvviso. L’unico piccolo indizio, a volte, è la disappetenza, ma devi essere vicino al pasto per accorgertene, perché poi esplode rapidamente.
      Sono contenta che anche tu pensi che tutto abbia una spiegazione. Più ci penso e ne parlo e più me ne convinco.
      Un abbraccio grande anche a te!

    • Ahah, conosco il problema! Ma erano solo piccoli errori di scrittura da cellulare, niente di sostanziale e tutto più che comprensibilissimo! Un bacione

    • Ciao Maria! Davvero monella sta febbre, sì!
      Riccardo, Massimo e Stella mangiano quasi tutto con le bacchette. Aveva iniziato Ricky per curiosità e per gioco, poi ha trasmesso la passione a Massimo e infine a Stella. Col tempo si sono resi conto che mangiare con le bacchette, oltre a farli mangiare più lentamente e quindi meglio, non gli alterava il sapore dei cibi, come invece fa il metallo in bocca. Così hanno proseguito e ora le bacchette ce le portiamo anche in vacanza!

  5. Ciao Barbara questo video mi rende un poco triste per questa bella bambina di nome Elena io vorrei che stesse sempre bene . Auguri da Rita e anche da mia mamma. Ciao Barbara.

  6. Buona giornata Barbara sono Rita volevo sapere come sta la piccola Elena spero bene. Ti chiedo scusa per averti disturbato di sabato 1 Aprile. Ciao Rita PS: Un bacione grande a Elena e a Nicola

  7. ciao Barbara,
    mi dispiace tantissimo per la piccola Elena e adesso capisco che delle volte ci possono capitare momenti che neanche ci aspettiamo ,spero che Elena si rimetta in forma presto
    dai un grande bacione a Elena e a tutta la tua famiglia
    amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *