Il concepimento dei miei bambini

test-20101223

Sebbene avendo sei figli possa sembrare strano, in realtà ho avuto difficoltà a concepirli.
Mi sono sposata a 23 anni già desiderosa di avere bambini, pur sapendo di soffrire di amenorrea…avevo pochissimi cicli mestruali all’anno. Dopo due anni di vita di coppia abbiamo deciso di iniziare la nostra caccia alla cicogna e ci siamo subito concentrati sul mio problema per il quale la mia ginecologa ha trovato una cura che mi permettesse di ovulare e contemporaneamente ho cominciato a imparare a riconoscere il muco ovulatorio, quello che permette agli spermatozoi di raggiungere l’ovulo. Passati 2 anni di cure e di rapporti mirati senza che succedesse niente, la ginecologa suggerì di far controllare anche mio marito, che risultò avere un varicocele profondo che aveva ridotto notevolmente la sua fertilità. Nonostante l’urologo sostenesse che a 32 anni ormai il danno fosse irreversibile, abbiamo deciso di fare l’intervento.
Intanto il tempo passava e io, durante quegli anni di tentativi, non facevo altro che informarmi e sognare gravidanze, sentivo che nulla era perduto, ma ho avuto tanti momenti di crisi profonda, ma dentro di me, nonostante la disperazione, ero determinata a tentare tutto il possibile.
Non ho mai abbandonato il progetto, siamo stati in un centro sterilità ma cercavo anche di essere realista e avevo cominciato ad approcciare l’adozione con altrettanto entusiasmo, anche se un bimbo che cresceva dentro di me restava l’esperienza più desiderabile della mia vita, sulla quale non ho mai smesso di fantasticare. Perciò, oltre che a informarmi e curarmi continuavo a sognare, immaginare….mi ero comprata addirittura il libro dei nomi per fantasticare in grande!
E tanti, tantissimi libri non solo sulla gravidanza ma sulla maternità, l’allattamento, la crescita. In particolare, avendo problemi a individuare le mie infrequenti e irregolari ovulazioni, mi sono concentrata sulla conoscenza del mio corpo e dell’individuazione del periodo fertile.
Negli anni sono così giunta a una profonda conoscenza dei metodi naturali per la ricerca di una gravidanza…grazie alle informazioni raccolte, lo studio su me stessa, la pratica e le tante gravidanze avviate, ben più dei bambini effettivamente nati!
Se avete voglia di parlarne, commentate qui sotto.
Condividi con:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Posted in Gravidanza e Parto and tagged , , , .

14 Comments

  1. Io ho 4 bimbi e da un anno,ovvero dopo il capoparto della mia ultima gravidanza,cerchiamo un altro bimbo che non arriva….
    Subito allarmata, perché fortunatamente le altre gravidanze sono arrivate sempre o quasi al primo “desiderio”, temo attualmente una menopausa precoce(ho da poco compiuto i 36 anni) e non nego di sentirmi spesso triste e sconsolata anche se razionalmente mi ripeto che sono già strafortunata e non bisogna voler troppo.
    Per di più i medici cercano di sdrammatizzare perché “ho già dato” come dicono loro . .
    Ed io mi sento incompresa . .
    Perdonate lo sfogo e grazie per la disponibilità

    • Ciao! Grazie per esserti sfogata con me, mi fa piacere e mi rivedo due figli fa. Ho vissuto i tuoi stessi sentimenti, il desiderio fortissimo col senso di colpa di volere troppo. Lascia stare i sensi di colpa, io me ne sono liberata con un evento doloroso che mi ha fatto capire che in realtà il mio era il timore del giudizio. Vivi il tuo sogno e non lasciarti condizionare, una mamma senza rimpianti è una mamma migliore.
      Ricorda soltanto che niente accade se non deve accadere, vai avanti per la tua strada e comunque vada col tempo ti accorgerai che ne avrai tratto forza.
      Se hai l’appoggio di tuo marito il resto non conta e se ti fa star male sentirti incompresa, imparerai a convidere solo con le persone giuste.
      Io posso capirti. E qui o via mail (barbara@ciurmamom.it) mi puoi trovare ogni volta che vuoi.
      Un abbraccio, Barbara

    • Ciao, certo che puoi chiedere. Sapendo di avere problemi a ovulare, ho iniziato presto la ricerca e la prima figlia è nata 20 giorni prima che io compissi 28 anni. L’ultima invece è nata che ne avevo appena compiuti ben 44!
      Grazie a te e un bacio

      • Grazie!
        E’ una domanda scema, lo so, ma sono anni che sono ossessionata dalla mia età.. Per motivi diversi (un po’ di problemi personali da mettere a posto nei all’inizio dei venti, poi lo studio, poi il lavoro che mi ha sballottato a destra e a sinistra per l’europa) ho avuto il mio primo bimbo tardi, a 33 anni, e ora sono qui a rosicare.
        Ne avrei voluti “tanti”, chesso’ almeno 3 o 4, ma vedo i giorni e gli anni che passano e mi sento angosciata dal pensiero di “DOVERNE” fare in fretta un altro perchè invecchio, ma allo stesso tempo non mi sento pronta per avere due bimbi uno attaccato all’altro..
        Insomma mi stresso da sola!
        Mi sento in colpa per aver iniziato cosi tardi, per essere una mamma “vecchia” (35 anni ora), per non avere avuto la forza e il coraggio di dare un fratellino presto al mio bimbo… guardo le mamme venticinquenni e sono invidiosa; tanti problemi per nulla, la vita mi ha dato tanto altro e mi ha permesso di essere la persona che sono, ma sono continuamente alla ricerca di rassicurazioni.
        Vuol dire che andro’ avanti fino a 44 come te!
        😉
        grazie e complimenti per i tuoi ragazzi.
        francesca

        • Direi che sei in buona compagnia, sia con questi pensieri, che col bisogno di rassicurazioni. Brava tu che ne sei consapevole e lo ammetti anche con te stessa.
          Poi ogni scelta ha delle conseguenze. Io, ad esempio, ho “rinunciato” ad altre cose per poter raggiungere presto l’obiettivo maternità.
          Posso però anche dirti che per me, seppur contenta di aver avuto la prima figlia abbastanza presto, è stata una grande rivelazione la maternità tardiva. Ha un gusto unico, tutto da provare! E lo stesso dicasi per i miei figli: dicono sempre che avere avuto fratelli essendo più grandini è bellissimo perchè se li godono di più.
          E dire che avevo sempre pensato che non avrei avuto figli dopo i 40 anni. Al corso pre-parto era pieno di primipare 40enni! 🙂

  2. Ciao, ho un figlio che si chiama Luca e ha 1 anno e mezzo. L’ho avuto a 21 anni. Da quando Luca è nato mi sento più matura e non più una ragazzina. Spero tanto di avere un’ altro figlio. Mio marito mi dice ” Cecilia hai tutta la vita davanti puoi averne quanti ne vuoi.”

    • Ciao Cecilia, grazie per avermi scritto. Sei giovane, ha ragione tuo marito, ma mi fa piacere che tu sia così felice da desiderare un altro. Goditi Luca! Un abbraccio e un bacio ❤️

      Barbara

  3. Grazie mille Barbara vorrei tanto conoscerti e scambiare due chicche con te ,hai tanti figli e molta esperienza. Vorrei essere come te. Un bacio e un abbraccio!

    • Ti ringrazio, sarebbe bello anche per me. L’esperienza te la stai facendo fin da giovane. Osserva sempre con attenzione il tuo piccolo Luca e poi segui il tuo istinto. Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *