Il giorno di Nicola

Quanto è importante il giorno del nostro compleanno?

È il giorno in cui siamo nati, il giorno in cui inizia la nostra vita nel mondo. Apparirà ovunque, è nel nostro codice fiscale, lo scriveremo su ogni documento. Non lo potremo mai cambiare. Ci caratterizza, siamo noi!

Non so se sia così per tutti, ma ho sempre sentito un forte legame col giorno del mio compleanno, tanto che il mio numero preferito è il 23 (sono nata il 23 luglio) e so per certo che anche Nicola è molto legato alla sua bellissima data di nascita: il 1° giugno.

Che sia altrettanto importante per voi o no (ma fatemi sapere!), sono sicura che, per tutti i bambini, non possa esserci alcun festeggiamento, nei giorni precedenti o successivi, in grado di competere con l’emozione di svegliarsi il giorno del proprio compleanno.

1° giugno 2017

Nicola si sveglia da solo e mi raggiunge in cucina, mentre parlo con Massimo e Stella, prima di lavarmi, vestirmi e andare a svegliarlo.

Lo vedo arrivare con un sorriso strappa cuore. È un normale giorno di scuola, ma non ha importanza, anzi, Nicola non vede l’ora di andare dalla maestra e dirle: OGGI È IL MIO COMPLEANNO!

Nicola compie 9 anni. Un’età in cui gli sbaciucchiamenti con la mamma possono non essere più graditi o essere in una fase di lotta interiore, ma Nicola non ha fretta e, soprattutto, non è mai stato un bambino che si fa condizionare da quelle che forse per lui sono sole convenzioni sociali…tanto da volere le candeline rosa su una delle sue torte alla festa con i compagni di classe.

Io non mi faccio domande su quando avverrà la fase di abbandono dell’infanzia e per esperienza so che quando succederà, lo vivrò bene. Ogni età dei figli, da neonato ad adulto, è meravigliosa, speciale e unica.

Su alcuni momenti della vita non sono brava a godere dell’attimo, vorrei esserne capace, credo che sarebbe giusto, oltre che bello, ma la loro caducità naturale, mi mette anche malinconia.

Per mia fortuna però, le varie età e tappe di crescita dei miei figli mi affascinano troppo per desiderare di fermarle e quel pochino di componente che mi fa pensare “non crescere troppo in fretta” mi aiuta solo a non trovarle mai stancanti e mi permette di goderle in ogni sfumatura e per ogni frazione di secondo. Questo è il mio modo di cristallizzare i momenti belli: godendoli appieno.

L’emozione di questo giorno speciale per Nicola prende un po’ tutti.
Elena è eccitata, Massimo e Stella si sono offerti di intrattenere i bambini alla festa, Riccardo rimanda di andare dalla sua ragazza e Valeria mi chiama per dirmi che prende il primo treno del mattino da Torino, per passare più tempo possibile con Nicola.

Ne esce una giornata bellissima che, senza dover fare niente di spettacolare, resterà memorabile.

Auguri Nicola, piccolo grande 9 enne!

Il 1° giugno è il tuo giorno, cucciolo. Per sempre. Come tu sei per me.

Posted in Bambino 0-11 anni, VIDEO BLOG and tagged , .

7 Comments

  1. Ciao Nicola sono Rita ho visto il bellissimo video e ho scoperto che oggi è il tuo compleanno e ora hai 9 anni sono ,olto contenta per te. Tanti auguri da tutta la mia famiglia. Un saluto anche a tua sorella Elena Valeria e a tua mamma Barbara . Auguroni Rita

  2. Il compleanno é importante. Anche se poi é un altro giorno normale come tutti gli altri. Per esempio il giorno del mio compleanno che era un martedì sono andato comunque e lo stesso alla lezione in università. Perché era un giorno come gli altri. Non é che se il giorno del tuo compleanno tutto si blocca. Poi va beh io non lo festeggiato. Si arriva a un certo età che non lo festeggio più perché non hai più voglio. I cambiamenti nella vita sono normali e giusti. Non avevo bisogno della festa, dei regali, la torta e il canto scemino. A parte una festa di compleanno con i tuoi familiari é noioso. Poi soprattutto conoscendo particolarmente come sono i miei familiari. Poi io non ho amici e amiche della mia età per festeggiarlo altro motivo per non farlo. L’unico regalo bello di quest’anno é il video di auguri dei miei amici YouTuber RichardHTT e Fraffrog.

  3. bellissimo questo tuo racconto, e bellissimo vedere i tuoi ragazzi lì insieme a festeggiare il fratellino, e nulla, come sempre mi stupisce la grande educazione che hanno i tuo bimbi. Sono abituata a vedere bambini gelosi delle proprie cose e capricciosi, e invece quando Elena si avvicina al regalo di Nicola aiutandolo a scartare lui non fa una piega, conosco bambini che alzerebbero le mani per una cosa simile…quindi complimenti a te e e ai tuoi figli, educati nel rispetto delgi altri e attenti alla crescita dei fratellii.

    ah io sono nata il 7 ottobre, ricordo che da piccola chiesi a mio papà quale era il suo numero preferito e lui disse il 7….talmente è il mio affetto per lui che ho sempre voluto credere che non fosse un numero buttato a caso 🙂

    • Grazie Silvana, vedere questi video fa bene anche a me, a volte sono presa dal vortice per cui è l’occasione per scorgere le cose anche dall’esterno. Vedere i miei figli, grandi e piccoli, che si aiutano e si stanno vicini anche nelle piccole cose come spacchettare dei regali, mi fa commuovere. Spero che in futuro saranno sempre di sostegno l’uno per l’altro ed io sarò felice. Il tuo commento mi fa ben sperare che sarà così. Un abbraccio

    • Dimenticavo: sicuramente il fatto che tu sia nata il 7 (ottobre eh…ora memorizzo ) ha influito sulla scelta del numero preferito del tuo papà. Però il 7 è sempre piaciuto anche a me! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *