La rivolta della tecnologia (2^ parte)

L’auto rimasta in panne nel flusso di traffico ora è dal meccanico.

Capita che, superata un’emergenza, ci si senta particolarmente euforici ed ottimisti.

Giorno 2: la lavatrice

Mi sveglio fiduciosa.

Ultimamente l’oblò della mia lavatrice si apre con difficoltà. Ho provato a ingrassare l’aggancio, ho imparato a sollevare leggermente lo sportello mentre faccio leva sulla maniglia. Fino ad adesso alla fine sono sempre riuscita a sganciare l’oblò, seppur difettoso, della lavatrice.

Ieri sera ero troppo trafelata e stanca, forse stamattina ce la farò ad aprirlo.

Capita che l’euforia indotta dallo scampato pericolo si spenga velocemente com’era venuta.

L’oblò non si apre proprio più, è bloccato con dentro il bucato lavato da un giorno.

Fa caldo, mi metto subito alla ricerca un tecnico prima che il vestiti ammuffiscano!

Il tecnico di zona non ripara la marca della mia lavatrice, ma mi dà dei suggerimenti per aprire l’oblò in modo da liberare il bucato bagnato: controllare che non ci sia una maniglia di sblocco manuale, solitamente posta vicino al filtro (lo avevo già letto su internet, ma in questo modello non è prevista); alzare leggermente lo sportello mentre si fa leva sulla maniglia (già fatto, ma ritento); dare dei colpi ben assestati allo sportello e ritentare (ottengo solo dolore alla mano).

Niente da fare. L’unica possibilità è smontare il top della lavatrice, sganciare l’oblò dall’interno e chiamare il tecnico di Torino che venga a cambiare il pezzo rotto.

Lo chiamo. Aspetto che mi richiamino per l’appuntamento.

Intanto ne approfitto per una nuova esperienza con i bambini, che li riporta mentalmente e con entusiasmo al ricordo delle grandi lavanderie condominiali americane.

Andiamo (a piedi, essendo la macchina dal meccanico) con due enormi sacchi alla lavanderia self-service.

La lavanderia sta vicino casa, per fortuna. L’avventura continua!

[segue…]

Posted in CiurmaMom and tagged , .

2 Comments

  1. Grande Barbara!!!! Riesci a prendere per il verso giusto anche queste piccole”calamità” domestiche e a trascinare i tuoi ragazzi, che alla fine ,sono anche divertiti!!! Qui , dopo aver letto il tuo post sull’auto in panne, si è rotto il ferro da stiro e il giorno dopo la lavatrice ha iniziato a fare un rumore pazzesco in centrifuga che nemmeno uno shuttle in decollo….adesso fiato sospeso e dita incrociate!!!! Ma, se la tecnologia si dovesse ribellare anche qui, mi ricorderò di te e affronterò tutto con un sorriso!!

    • Grazie Chiara, ovviamente non ci riesco sempre, tutt’altro, ma con l’aiuto dei ragazzi e per loro è tutto più semplice! Spero di non avertela tirata….ehm ehm!
      PS: te lo chiedo sottovoce…come va la lavatrice..??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *