L’aiutante della befana e il bisogno di magia

Nicola viene da me con un gran sorriso stampato sul volto.
“Mamma, la Befana non esiste, vero? Ho visto un tuo video per la Befanìa e le calze le facevi tu!”
“Sì, è vero sono una grande aiutante della Befana.”
La nostra conversazione si conclude così. Nicola se ne va contento, senza bisogno di chiedere altro.
Non capisco se abbia dedotto che la Befana esista oppure no, ma non importa.
Nicola non vuole approfondire, cosa che non è da lui, generalmente curioso di capire, come tutti i bambini. Evidentemente è combattuto tra il desiderio di verità e la voglia di magia e la mia risposta lo ha soddisfatto, perché gli ha lasciato aperte entrambe le strade.
A nessuno dei miei figli ho mai detto: esiste Babbo Natale o esiste la Befana. Eppure tutti hanno creduto sia in Babbo Natale, che nella Befana.
Ricordo delle discussioni da neo mamma, in cui non sapevo come comportarmi. Non mi andava di dire una bugia ai miei figli. Può sembrare esagerato, ma se c’è una cosa che mi fa paura sono le bugie e mi era difficile raccontargli la storia di Babbo Natale.
Mia cugina diceva sempre di non dire mai bugie ai suoi figli, eppure gli raccontava che esisteva Babbo Natale e non riusciva a capire che per me fosse una contraddizione.
Con Valeria ricordo che andavamo persino a comprare i regali di Natale insieme.
Fin dall’età di due anni se li sceglieva lei.
I bambini, lasciandoli liberi di scegliere, soprattutto finché sono piccoli e non hanno condizionamenti, difficilmente scelgono qualcosa di inadatto a loro o eccessivamente costoso. In ogni caso al limite le avrei spiegato e l’avrei dirottata verso altro.
Arrivati a casa, impacchettavo i regali e li mettevo da parte per poi farli riapparire sotto l’albero la notte di Natale.
Valeria si ricordava benissimo di quei giochi, soprattutto nel rivederli, eppure mi diceva che li aveva portati Babbo Natale!
Ora Nicola mi vede comprare calze e dolcetti, poi scorge le calze riempite in un angolo.
Mi sorride e dice: Ho visto eh!
Eppure per lui la Befana continua ad esistere e sembra una cosa bellissima e naturale che io aiuti la vecchietta.
Che cos’è questo se non il desiderio di magia o la magia stessa? (che fa tanto Marzullo, ma vabbè!)
Condividi con:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Posted in Bambino 0-11 anni, CiurmaMom and tagged , , .

6 Comments

  1. Voi siete magici!!!!! In questo video ho rivisto la bellissima mansarda in cui abbiamo dormito noiiii che bei ricordi….vi abbraccio tutti

  2. Gin dalla preistoria l’uomo si é postò sempre delle domande a cui non hai mai trovato risposta. Ancora oggi nonostante ci siano gli scienziati e i filosofi ci sono domande che non riusciremmo mai a dargli una risposta. Per es. Dio. É una domanda adulta di esiste o non esiste babbo Natale o la befana ecc… per me. Alcuni dicono di sì. Come il sottoscritto. Esiste e io ci credo. E idem le altre persone che credono in Dio. Anche se non ne abbiamo una valida e certa prova scientifica. Ci crediamo e basta senza chiederci il perché. E altri che dicono di no. Come gli atei. Non credo in Dio perché per loro non c’é una vera prova scientifica della sua esistenza.

    Scusa se ho usato un tema molto più adulto del tuo, ma era l’unico modo per dirti che hai ragione sul tema credere o non credere su determinati soggetti, ma usando dei ragionamenti un po’ più intelligenti e con argomenti diversi dalle favole commerciali e consumistiche natalizie in mio stile.

  3. Cioè il ragionamento penso che sia lo stesso credo. Fammi sapere se sei d’accordo o se sono uscito fuori tema. Ma sai io ormai sono grande e non penso più e non mi esprimo più come quando ero bambino. Giustamente. Non mi posso abbassarmi al livello mentale dei tuoi figli più piccoli

    • In un certo senso sì, è l’evoluzione del ragionamento di Nicola. Nicola comunque, pur essendo piccolo, chiede già se esista Dio oppure no e la risposta è molto più complessa di quando chiede se esista o no Babbo Natale o la Befana.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *