Liguria 2016 # 1 – Ai vostri posti


1. «Ai vostri posti» (gli atleti si dispongono sui blocchi di partenza);
2. «Pronti» (gli atleti alzano il ginocchio, precedentemente posto a terra);
3. «Via» (colpo di pistola)
Anche se può sembrare una gara di atletica, siamo di fronte ai preparativi delle valigie per le vacanze.
Data e ora del colpo di pistola, che accende il motore della macchina, sono fissati, ma la preparazione atletica è la parte più dura, soprattutto se non parti da solo, ma con altri 5 atleti da preparare e coordinare.

Questa estate partiremo in sei per le ferie, per la prima non andremo in vacanza tutti e otto.
Valeria resta a casa a studiare, Riccardo parte proprio negli stessi giorni per la Spagna con la famiglia della sua ragazza.
Già normalmente non mi piace preparare le valigie, ogni volta mi dico “ma chi me l’ha fatto fare”, figuriamoci ora che mancheranno alcuni componenti della Ciurma.
Eppure è giusto così. Sono contenta per Ricky, che va in vacanza con la sua ragazza, capisco Valeria, che ha bisogno di studiare in santa pace e sono felice di poter dedicare un po’ più di tempo agli altri quattro fratelli singolarmente o comunque a ranghi ridotti.
Davanti agli armadi ci troviamo al numero 1 delle tre fasi, quando lo starter, in questo caso io, comanda: “Ai vostri posti”.
Elena ed io (che sono sia starter che atleta) andiamo ai blocchi di partenza (gli armadi).
Qui cominciamo a preparare le valigie, primo e imprescindibile step verso le vacanze.
Ma perché con Elena, che non ha neanche cinque anni?
Perché è l’unica in grado di trasmettermi l’entusiasmo necessario.
Un po’ la contengo nel prendere tanta roba, un po’ la accontento…le sue cosine sono così piccine che scelgo di vederla sorridere felice a scapito di un po’ di spazio.
Ma i vestiti, si sa, non sono tutto.
Beauty, costumi, teli da mare, giochi da spiaggia, medicine, saponi, creme…tendo a comprare tutto nei soliti collaudati posti in cui so che costano meno e a prendere da casa, se posso.
Inoltre andiamo al mare in un appartamento. Ci servono lenzuola, asciugamani, strofinacci, caffettiera.
Last but not least i regali di compleanno.
Hai voluto fare figli d’estate?
Allora pedala e prepara i regali da portarti dietro.
Hai sposato un uomo nato d’estate?
Beccati pure i suoi a cui pensare.
Ecco che in men che non si dica le valigie sono pronte per essere caricate da papà in macchina.
Oddio…”in men che non si dica”…
Ci sono momenti in cui vorresti davvero il fast motion anche nella vita!

:)

Condividi con:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Posted in CiurmaMom, Viaggi and tagged , , , , .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *