Liguria #6 – La vacanza prosegue per il meglio

Da quando siamo arrivati al mare c’è stato il compleanno di Elena e poi quello di papà.
Dopodiché Elena si è ammalata per cinque giorni.
Al primo risveglio sfebbrata, Elena si trova catapultata nella realtà precedente alla malattia, come se la febbre l’avesse portata in un’altra dimensione, da cui ora è tornata.
– Buongiorno Elena, come stai?
– Bene, mamma. Oggi che giorno è?
– È domenica.
– Ma domenica è il tuo compleanno? [Faccina tenera]
– No, cucciola, è già passato il mio compleanno, mannaggia. [Mamma intenerita, che sarebbe disposta a compiere già un’altro anno pur di dirle di sì]
– Mamma, ti sdrai su di me, mi vieni addosso?
– Certo! Facciamoci le coccole e poi andiamo a fare colazione.
Inizia una giornata marina normale, che sa di eccezionale.
Colazione. Spiaggia. Bagno. Giochi. Freddo. Asciugamano. Altro bagno.
C’è tanta gente la domenica al mare in Liguria, anche se ormai è il 28 agosto e questo sarà l’ultimo fine settimana di affollamento.
Restiamo in spiaggia nelle ore centrali del giorno per godercela nel momento meno caotico possibile. Il tempo non è molto bello, anche il colore del mare non è granchè.
Eppure a noi sembra meraviglioso.
Viene voglia di festeggiare.
Stasera pizzette fatte in casa coi bambini.
La collaborazione è ai massimi livelli.
Mi accorgo, riguardando il video, delle cure e le attenzioni dello chef Nicola, verso la piccola chef Elena, che non vuole toccare la mozzarella con le mani.
Lo chef Nicola ha la passione, la bontà e il physique du rôle di Antonino Cannavacciuolo.
Lo chef Elena è un socio apprendista pieno di buona volontà, entusiasta e partecipe, nonostante alle pizzette preferisca di gran lunga la salsiccia, che chiede dal risveglio dopo il digiuno per la malattia.
Il master chef Barbara cerca di coordinare il tutto, ma si rivela il vero cuoco pasticcione della serata.
Non è successo niente.  Tutto tranquillo.
La vacanza prosegue per il meglio.
Condividi con:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Posted in CiurmaMom, Viaggi and tagged , , , , .

2 Comments

    • Ciao Sabina, grazie! Io mi sento una famiglia come tante, ma col dono della mia ciurma, che cerco di godermi ogni istante. Non è stata una conquista facile averla e questo mi fa sentire ancora più fortunata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *