#MARESOTTOSOPRA (1^ parte)

Era una sera di fine marzo ed ero ancora in coda fuori dalle aule per terminare i colloqui alle scuole medie, quando mi è arrivato un messaggio da Cristina Simone, una mia ex insegnante che al Talent Donna ha spiegato l’uso dei Social Network ed ora è anche un’amica.
Mi proponeva, per sabato 11 aprile, una gita in barca, con tutta la famiglia, al Santuario dei Cetacei, in Liguria. Un’escursione organizzata da Pecora Verde, portale che propone escursioni di turismo sostenibile, fuori dal gregge.
Non mi pareva vero di poter pensare ad una così bella occasione in un momento in cui ero presa dalla scuola, i figli a casa da soli con la piccola malata e l’ora di cena e nanna che mi soffiava sul collo.
Mi sono ritrovata a dire “sì sì sì” senza neanche pensare ad eventuali impegni (che invece avevo…arg!) e alle difficoltà (Elena di nuovo malata).
Passano i giorni, passa il ricovero di Elena in Pediatria, esce il post sul blog di Pecora Verde coi i nostri consigli per viaggiare coi bambini e il sabato dell’escursione arriva, il giorno dopo l’ultima dose di antibiotico di Elena. Tutto si incastra al millimetro.
La sera prima della gita preparo il necessario col fiatone, tra un recupero all’ attività sportiva della quarta figlia e i due figli grandi che tornano tardi dagli impegni di scuola, tra Università e stage.
Quando a cena ricordo ai ragazzi che il giorno successivo, sabato, dovranno svegliarsi alle 7.00, quasi collassano. Ah, già…ce ne eravamo dimenticati!
Coraggio, ci divertiremo! Questa sarà una gita social ragazzi, preparatevi anche voi. L’hashtag dell’evento è #maresottosopra. E subito sono entrati nell’ottica.
Occhi assonnati, ma nessuna protesta il mattino della partenza.
Alle 8.00 in punto partiamo e subito i ragazzi mettono in atto tutte le strategie collaudate per i viaggi in automobile, perché si sa, anche se i piccoli sono carichi da giorni per questa escursione, il “Quanto manca?” è sempre in agguato.
Arriviamo a Genova Porto Antico con anticipo sull’ ora dell’appuntamento. Il grosso del gruppo viene da Milano in pullman. Li aspettiamo. Fa un freddo porco per essere aprile, ma l’eccitazione scalda.
L’imbarcazione che ci aspetta è bella e i gadget che ci offrono quei “matti” e adorabili di Pecora Verde, lo sono ancora di più.
Indossiamo i nostri occhiali da sole tra le nuvole e finalmente si salpa!
La traversata si fa subito interessante. C’è vento e il mare è piuttosto mosso. Si salta e si oscilla parecchio. Difficile stare in piedi, ma anche stare seduti fermi.
Nicola si diverte…meno male! Il buon umore è un ottimo antinausea. Elena sembra un po’ più spaesata, ma la sorellona Valeria l’abbraccia in modo che non cada e le fa ascoltare la musica con le cuffie.
Tra abbraccio, musica e oscillazioni, il tutto si trasforma persino in una ninna nanna ed Elena di addormenta!
Arriviamo a Camogli. Il Sagittario (la nostra imbarcazione) si ferma per far caricare tavoli e vassoi pieni di focacce e specialità ligure.
Ci fermiamo un’oretta al porto, senza scendere dalla barca, per mangiare e attendere che il mare si calmi. Il pomeriggio è previsto un miglioramento del tempo.
Il pranzo è favoloso, il clima a bordo è allegro e rilassante. Sono tutti molto cordiali e alla mano, come nello spirito degli organizzatori. Per i bambini ci sono anche attività di intrattenimento, in attesa di ripartire con la speranza di avvistare balenottere, capodogli e delfini.
Fantastico!
Siamo pronti, è spuntato pure po’ di sole, si riparte. Prendiamo il largo!
[To be continued]
Posted in COLLABORAZIONI, VIAGGI, VIDEO BLOG and tagged , , , .

10 Comments

  1. Che bella giornata!!! Peccato dover aspettare fino a giovedì x leggere il resto del racconto e condividere un pochino la Vs gioia!!!

    • Ehm…c’è la possibilità che tu debba aspettare fino a lunedì!
      Devo ancora finire il montaggio del video e questa settimana, col rientro di Elena all’asilo, ho un programma fitto fitto di lavori. Aiuto…ho la testa in panne! 😉

    • Grazie Maria! Non vedo l’ora anche io di raccontarvi il seguito.
      Sì, Elenina è una gioia per gli occhi, vederla così allarga il cuore. Grazie del pensiero!

    • Sì, è vero, le buone notizie sulla salute di Elena sono la cosa più importante e devo dire che con questa gita abbiamo anche cercato di dare un taglio alle preoccupazioni. Sperando che non si ripresenti più nessun problema alla piccina.
      Ti aspetto per la seconda puntata allora!
      Grazie e un abbraccio grande

  2. certo che ci vuole uno 2sconvolgimento” (fisico) degli equilibri per ristabilire gli equilibri interni dopo tanta malattia di Elena.
    🙂

    • Sì, con un pò di apprensione per l’alto tasso di avventura di questa gita, abbiamo dato uno scossone al periodaccio. Una specie di prova del fuoco. È andata bene! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *