MEDICARE IL MONCONE OMBELICALE

La prima cura speciale al nostro bambino comincia dal suo ombelico.
Dopo il parto il cordone ombelicale è stato reciso, ma resta ancora il moncone che deve seccarsi completamente per poter cadere.
Le cure necessarie per il moncone sono la disinfezione e tenerlo il più possibile asciutto in modo da non ostacolare il processo naturale di mummificazione.
Trovo che le due esigenze di disinfezione e agevolazione della mummificazione siano ben coniugate dall’uso dell’ alcool o del mercurocromo, mentre l’acqua ossigenata o la soluzione fisiologica hanno una componente acquosa più alta che rallenta il processo di essiccamento.

In ogni caso a fare la medicazione ci insegnano già in ospedale.
Si tratta di stringere attorno al moncone della garza asciutta o imbibita di alcool facendo attenzione a non irritare la pelle sottostante.
Sul numero di volte in cui va fatta questa operazione non ci sono regole fisse.
Orientativamente una volta al giorno e ogni qual volta il moncone si bagna per qualche motivo come per la fuoriuscita di pipì dal pannolino, ma c’è chi dice che vada fatta ad ogni cambio.
Dalla mia esperienza ho notato che oltre a non essere necessario farlo più volte al giorno, se il moncone non si è bagnato e se non c’è nessun genere di infezione, a volte ripetere troppe volte l’operazione ne ritarda l’essiccazione e la caduta.
Una volta che il moncone si è staccato, basta disinfettare ancora per qualche giorno e il nostro primo intervento di assistenza neonatale è concluso con successo per sempre.

 

Posted in Bambino 0-11 anni and tagged , , , .

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *