Pani speciali

Adoro il pane e in particolare adoro i pani speciali. Lo ammetto, vivrei di solo pane: bianco, di segale, di grano duro, ai cereali, coi semi di girasole, alle noci, alle olive, con uvetta e pinoli…mi piacciono tutti.

Se poi il pane è appena sfornato e posso metterci sopra un pezzo di formaggio che si scioglie leggermente, sarei in grado di finire mezzo chilo di pane da sola.

Anni fa avevo comprato la macchina del pane, i 40 euro meglio spesi della mia vita. Nel primo mese di utilizzo, tra pani e pizze, avevo già ammortizzato il costo della macchina, incluso il consumo di energia elettrica. Ho usato la mia prima macchina del pane fino a sfinirla, quella che ho adesso credo che sia la terza. Non sforno pane tutti i giorni, ma quasi.

Il pane fatto in casa è buonissimo, si mantiene fragrante per diversi giorni e dà grandi soddisfazione sia a chi lo fa, che a chi lo divora.

Il prezzo del pane delle panetterie è diventato per me inavvicinabile, soprattutto del pane con qualche ingrediente in più che esula dalla farina comune. Il pane alle olive e alle noci, ad esempio, ha costi al kg notevoli, considerando poi che per via degli ingredienti aggiunti,  il pane pesa anche di più.

Perciò i pani speciali preferisco farmeli a casa. Scelgo i miei ingredienti preferiti, il pane mi piace di più, costa meno e dura più a lungo..se avanza. Per non parlare della soddisfazione personale di averlo fatto e del profumino che si sparge per casa durante la cottura.

Il procedimento per preparare il pane è semplice e non è valida la scusa di non avere tempo per farlo.

Il pane si può far impastare, lievitare e cuocere direttamente nella macchina del pane, oppure si può far solo impastare e lievitare nella mdp per poi cuocerlo nel forno tradizionale, dandogli le forme preferite…è incredibile come il sapore del pane cambi a seconda della forma che gli si dà.

Tra preparazione e cottura servono circa 3 ore, in cui la macchina del pane è autonoma. Noi dobbiamo solo mettere gli ingredienti e aspettare. Se non possiamo stare in casa tutto quel tempo (e la maggior parte delle volte è così), basta mettere gli ingredienti e impostare il timer in modo che la macchina parta quando non ci siamo e il pane sia pronto al nostro ritorno.

A me piace anche impostare il timer in modo che il pane si faccia di notte e ci si svegli col profumo di pane appena cotto.

Oggi però io e Elena abbiamo fatto il pane alle noci, il mio preferito.

Elena ha messo l’acqua, il sale, la farina e il lievito.

Abbiamo fatto partire la macchina che ha iniziato a impastare e poi si è fermata per la prima fase di lievitazione.

Quando le pale hanno ripreso a girare per impastare nuovamente, prima della seconda lievitazione, la macchina con un bip bip ci ha annunciato che era il momento di aggiungere l’ingrediente speciale: le noci.

Dopodiché siamo uscite a prendere Nicola a scuola e, tornate a casa, siamo state avvolte dall’aroma del pane pronto.

E voilà, merenda pronta per la studentessa Valeria che ha girato il video ed era in cucina coi suoi libri di Analisi 1 e di Chimica.

Ma sì, dai, studiamo la chimica della lievitazione sul campo!

RICETTA PANE ALLE NOCI
INGREDIENTI:
300 grammi di acqua
500 grammi di farina

10 grammi di sale (due cucchiaini scarsi)
una bustina di lievito disidratato
un cucchiaino di zucchero
(servirebbe per il lievito, ma io non lo metto quasi mai)
200 grammi di noci
PROCEDIMENTO:
Mettere nella macchina del pane acqua e sale.
Aggiungere la farina e infine il lievito (lontano dal sale) ed eventualmente lo zucchero.
Far partire la macchina che comincerà a impastare e si fermerà per la prima lievitazione.
Terminata la prima fase di lievitazione, comincerà la seconda fase di impasto, momento in cui si devono aggiungere le noci. Solitamente è la mdp a dare un segnale con una serie di “bip bip”.
Richiudere il coperchio e lasciar lavorare la mdp, senza più aprirla.
Ai curiosi permettere la visione solo guardando attraverso il coperchio trasparente. 🙂

Posted in Cucina economica e con avanzi and tagged , , .

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *