Pasqua is here


Pasqua is coming.
La fibrillazione in casa si manifesta con la febbre di Elena, l’agitazione di Nicola, reduce da una lezione di religione a scuola, che conta i giorni alla morte e resurrezione di Gesù e la felicità di tutti per le vacanze imminenti.
Dopo una notte insonne per il febbrone di Elena, il primo giorno di vacanza ringrazio di potermi prendere un caffè in tutta calma, senza dover svegliare nessuno e correre per le scuole.
Solo Nicola è sveglio dall’alba…come sempre quando sa che non deve andare a scuola.
Mi godo il silenzio.
Ho voglia di uscire, di relax e di lentezza.
Penso alla mia bicicletta e Ricky mi propone di sistemarla.
Nel frattempo vado a piedi. Mancano alcuni ingredienti per fare la pastiera.
Camminare senza fretta e il sole che scalda attraverso i vestiti, mi fanno dimenticare lo zucchero per poi ripartire poco dopo essere arrivata a casa.
L’iperattività prende il sopravvento.
Pastiera, crostata, compiti, accompagnamenti, lavori.
Il conto alla rovescia procede.
Manca un giorno a Pasqua e con Valeria andiamo a tagliare i capelli.
Seguono commissioni veloci, la piccola a casa ha ancora la febbre alta.
Devo comprare un reggiseno.
“Mamma, guarda: i jeans a 18 euro solo per oggi.”
Ma sì, proviamoli, è un’occasione preziosa come la presenza di Valeria.
Pasqua is here.
“Buongiorno e Buona Pasqua!”
Mi accoglie Nicola, mentre scendo le scale dopo la terza notte in bianco con Elena.
Mi guardo allo specchio.
Elena non mangia nulla da tre giorni, io non dormo da altrettanto tempo.
Eppure a vederci non sembra. Sarà la magia della Pasqua…e del correttore per le occhiaie.
– Mamma, posso scendere con te a prendere le uova di Paqqua?
– Certo, andiamo.
Saliamo con in mano le uova di cioccolata. Svanisce il malessere e il sonno.
È subito festa e poco importa se la cioccolata non fa gola.
Aspettavamo la Pasqua ed è arrivata.
I figli a casa, le uova di cioccolata, le sorprese, la pastiera.
Sento la pace della Pasqua.
Auguri a tutti!
Pubblicato in Senza categoria e taggato , .

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *