Sardegna 2015 #3 – Febbre d’estate

Se una sera d’estate una febbre viene a trovare tua figlia, non ti preoccupare: è la febbre di sempre, la stessa che giunge con una certa regolarità, non solo da quando va all’asilo, ma da quando è nata, avendo fratelli che fanno da untori più o meno silenti.
A pensarci bene stavolta non è passato neanche un mese dal febbrone scorso, solo tre settimane, forse meno, ma l’andamento è sempre lo stesso.
I primi due giorni la febbre e il malessere sono intensi e resistono a tutto, non c’è niente che faccia stare meglio Elena.
Poi la tachipirina comincia ad aiutarla, il febbrone cala un po’ e, soprattutto, lei comincia ad avere momenti migliori in cui si alza, giochicchia e sorride.
Non mangia mai in questi primi giorni di malattia, ma beve tanta acqua.
Non le va di mangiare nulla ed io non insisto, come vorrei che nessuno insistesse con me se fossi al suo posto. Le sue energie sono tutte concentrare a guarire.
Intanto la serata scorre tranquilla, i fratelli chiacchierano nel giardino della casa al mare, scherzano e programmano di andare in spiaggia.
Posso concentrarmi a coccolare la malatina, mi porto a letto questo piccolo termosifone e cerchiamo di dormire un po’ entrambe. Le notti sono lunghe con una bambina malata, ma siamo in vacanza e i giorni scivolano senza fatica e senza particolare preoccupazione, essendo situazioni già vissute.
Dopo qualche giorno, però, Elena comincia ad essere esausta e il malumore si insinua. Il peggio del malessere è passato ed è ora di cercare di riprendersi. Anche Elena è stufa, ci vuole qualcosa per tirarla su, qualcosa che la invogli a ricominciare a mangiare, qualcosa che aiuti corpo e mente.
Dicono che ci siano cibi che aiutano a guarire, cibi che fanno bene, qualcuno parla di pasta o riso in bianco, di alimenti delicati e minestrine.
Penso anche io che ci siano cibi che aiutano a guarire, ma non penso che siano questi, a meno che non se ne abbia voglia.
I cibi che aiutano a guarire sono quelli che si mangiano con piacere, perché la guarigione comincia dallo spirito.
Perciò, se una sera d’estate una febbre viene a trovare tua figlia, armati di paracetamolo e pazienza, coccole e cartoni animati, acqua e… patatine!
Posted in Salute, VIAGGI, VIDEO BLOG and tagged , , , .

6 Comments

  1. Come ti capisco… Anche il mio piccolo di un anno si ammala spessissimo… I fratelli che vanno all’asilo mi sa che portano a casa un sacco di virus… Io non ne posso già più di questa stagione invernale, che tra l’altro non è ancora iniziata nel vero senso… Ora ha la febbre per la terza volta da fine settembre… Ce la possiamo fare, dai!

    • Grazie Michela di avermi scritto. Sì, ce la faremo, anche se a volte è un po’ avvilente…lo capisco. Il tuo piccolo è davvero piccolo, Elena ha avuto la varicella che aveva 5 mesi (presa da Nicola) e da lì è stato un continuo, anche quando gli altri non si ammalano e lei non va all’asilo. Per fortuna Elena è ormai abituata, il decorso è sempre lo stesso e ne approfittiamo per tante coccole. Tanto non è nulla di grave. E poi sai una cosa? DI solito ogni 3-4 settimane si ammala, ma questo mese è durata meno, si sta irrobustendo la cucciolotta. Ce la faremo, sì sì! Pat-pat a te e un bacio ai bimbi 🙂

  2. Ciao Barbara! Che cucciolina Elena!!
    Come sta Riccardo? E Stella ha risolto col suo problema??
    Io due settimane fa sono stata chiamata da scuola perchè Sara ha avuto un malore….non ti dico lo spavento!!! Ora sta bene…..ma ogni volta che suona il telefono mi batte forte il cuore.
    I figli sono proprio la nostra vita!!!!
    Bacioni a Tutti!!!!
    Maria

    • Ciao Maria, grazie! È vero, i figli sono la nostra vita!
      Anche io, dopo che mi avevano telefonato da scuola per una reazione allergica di Stella, ho avuto il cuore che saltava ad ogni squillo in orario dei pasti a scuola. Per fortuna dopo un po’ passa.
      Oggi Elena è all’asilo, sta andando tutto bene, ha saltato solo un giorno la settimana scorsa. Stella oggi è a casa per una tosse e un raffreddore cosmici (ma ci sta in questa stagione) e Ricky ha ripetuto le analisi del fegato e sembra tutto rientrato. Lo vedo anche più in forze e affamato. Insomma…anche questa è andata e ne sono felicissima!
      Ricambio tutti i baci!!
      Barbara

    • Che bello, Valeria, vedervi arrivare a salutarci, con le nostre bimbe che si osservano timidamente e noi che ci abbracciamo felici ed emozionate!
      Un bacione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *