Scelte difficili: cosa fare dopo il diploma

Cosa fare dopo la scuola superiore?

L’asilo, le elementari, le medie generalmente di scelgono in base alla zona o agli insegnanti, per sentito dire o per esperienze dei fratelli maggiore.

La prima scelta difficile è quella delle scuole superiori.

Quale scuola scegliere dopo le medie – o meglio – dopo la scuola secondaria di primo grado?

Per orientarsi di solito ci si basa su quella che è risultata essere la propensione nei percorsi scolastici precedenti: materie scientifiche o letterarie.

I più decisi (ma a volte anche i più indecisi) possono scegliere anche un diploma professionalizzante. Ma se poi non si rivelasse la scelta giusta? Se si scoprisse che in fondo quella non è la nostra strada?

Facciamo così: liceo scientifico o liceo classico, che danno una preparazione di base solida da cui partire e poi si vedrà.

Finché il “si vedrà” arriva!

Durante gli anni del liceo, Stella aveva sviluppato una forte propensione artistica, di cui si erano visti i primi segni alle medie, con una passione per il disegno che aveva coltivato e studiato da autodidatta.

Col liceo Stella ha acquisito una cultura generale, la preparazione di base per poter affrontare qualunque percorso, la capacità e il metodo di studio.

Ora non resta che dare spazio anche alla sua creatività che intanto ha preso forma e direzione: la creazione di abiti, dal disegno fino alla sua realizzazione.

Passione e manualità sviluppate fino a crearsi da sola l’abito per il ballo della Maturità.

Purtroppo in Italia non esistono Università statali in questo campo. Ci sono però diversi istituti, più o meno seri e più o meno costosi, che promettono grandi cose.

Tutto sta a distinguere cosa sia una vera opportunità, una scuola valida, oppure fuffa!

Ci sono voluti mesi di ricerche, chiedendo, leggendo e navigando su internet.

Abbiamo escluso gli istituti più blasonati e cari, perché un occhio alla realtà va sempre mantenuto.

Una volta fatta una cernita, abbiamo visitato ed escluso gli istituti che sulla carta promettevano tanto, ma all’atto pratico ci sono sembrate di tante parole e poca sostanza.

Finché siamo andate a visitare lo IAAD (Isituto d’Arte Applicata e Design).

Stella ha fatto un colloquio e siamo uscite con la stessa netta impressione:

Lo IAAD è fatto per Stella e faremo di tutto affinché possa frequentarlo.

Iscrizione fatta, lettera motivazionale mandata e accesso al test di ingresso accettato.

Ora tocca a te Stella. Chi non prova non saprà mai se avrebbe potuto farcela.
Buttati. Sostieni la tua prova di ammissione.
Vivila tutta!

Buona nuova avventura amore mio!

Posted in Adolescenza, VIDEO BLOG and tagged , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *