Sognando le vacanze

Sognando le vacanze mi imbatto in un video dell’anno scorso, rimasto dimenticato nel pc, ma non nel cuore.

Leukerbad, nella Svizzera Vallese, un paradiso a 1400 m s.l.m. dove risiede il più grande centro termale delle Alpi. Si tratta di terme comunali, rilassanti e rigeneranti, che non solo sono a un costo accessibile a tutti, ma dove sono graditi anche i bambini più piccoli.
Il tutto è circondato da un paesaggio splendido e la possibilità di prendere in affitto -per qualche giorno- appartamenti grandi, accoglienti e a ottimi prezzi. Insomma, il posto ideale per noi!

Credo che sia l’unico luogo di vacanza in cui mi riposo davvero, l’unico posto in cui il grado di relax del soggiorno supera quello dello stress del viaggio. Perché è innegabile: i preparativi, per tutti, ma soprattutto per una famiglia numerosa, sono sempre faticosi e stressanti e non c’è volta che io non arrivi a chiedermi chi me lo abbia fatto fare di decidere di partire.

Arriva sempre quel momento in cui perdo il controllo delle valigie. Due paia di pantaloni a testa, 3 magliette, una felpa, gli asciugamani da spiaggia, gli occhialini e i braccialini per le piscine termali. Ma i pigiami per tutti li ho presi? E le t-shirt? Quante calze e mutande ho preso? Mmm…meglio che io le riconti. Accidenti…e le scarpe ora dove le mettiamo? No Mariano, non puoi portarci anche delle scarpe extra…e va bene, solo un paio però. Per fortuna i figli sono allergici alle ciabatte. Giusto, il kit per l’allergia di Stella. No aspetta, alle terme le ciabatte servono. Ok, le mettiamo sotto i sedili.

Sì, preso tutto. Forse. Spero. Urge farmi un discorsetto: Barbara, ricorda cosa diceva sempre tuo padre, grande viaggiatore “L’unica cosa da non dimenticare è il portafoglio, al resto c’è rimedio”. Ok posso farcela, adesso a questo ragionamento aggiungiamo il cellulare, ma il concetto non cambia. Che ansia, che fatica. Aiuto!

Poi c’è la vacanza, che spesso facciamo in campeggio o in altri posti bellissimi ma con poche comodità, in cui i più piccoli non sono sempre contenti di restare perché si stancano, sono frastornati o perché la sera vorrebbero dormire nei loro lettini. Insomma, anche in vacanza ci sono momenti tutt’altro che rilassanti. Ma non a Leukerbad.

A Leukerbad gli appartamenti hanno tutte le comodità, le uniche spese che non ci si può permettere sono quelle alimentari per cui ci portiamo tutto, veramente tutto (pasta, sughi, pane, biscotti, formaggi, affettati, acqua, vino, tè e caffè) il che è sicuramente un impegno in più ma fa sentire ancora di più a casa propria.

L’auto è particolarmente piena quando partiamo per Leukerbad. È in montagna quindi può fare freddo, ma servono i costumi e gli asciugamani come al mare. La giornata la passiamo interamente alle terme in costume, e quando il freddo si fa sentire lo superiamo entrando nelle acque a 37 gradi.

Qualche massaggino coi getti d’acqua e ci si sente quasi diventare tonici oltre che rilassati. Quanta pipì uscendo dalle terme! Dopodiché una doccia, vestiti morbidi e pesanti e si torna a casa a piedi passando dal fresco delle montagne. La sera ci si gode una buona cena nell’appartamento, per poi infilarsi nei morbidissimi piumoni svizzeri.

Ora…qualcuno è in grado di spiegarmi perché quest’anno abbiamo deciso di non andarci?

Posted in VIAGGI and tagged , .

2 Comments

  1. secondo me le terme di Leukerbad dovrebbero offrirvi un soggiorno gratis per come fate venire volgi a tutti di andarci. Mi sembra una vacanza splendida, forse anche solo per un fine settimana per ammortizzare un po’ di stress da superlavoro.
    Davvero: perché non ci siete andati anche quest’anno?:)

  2. Ciao!!! 🙂
    In effetti vale la pena anche per un weekend, se non fosse per la lontananza e l’organizzazione di questo tipo di vacanza.
    Quest’anno abbiamo fatto una scelta diversa di ferie. Siamo appena reduci da 8 giorni in Germania, ospiti dei miei cognati. Sentiamo però la mancanza del mare che non frequentiamo da 2 anni. Perciò, sfruttando il calo dei i costi degli alloggi a fine stagione, abbiamo optato per un po’ di mare in Liguria. Sarà una nuova esperienza…di cui vi racconterò sicuramente! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *