Torta di mele – Sforniamo torte e barzellette!

Ho un po’ di mele che si sono rivelate poco saporite. Decido di valorizzarle facendoci una torta.

“Questa torta è più frutta che torta.”
(Stella)

In effetti si tratta di una torta di mele che è davvero più mele che torta!

Elena è entusiasta, perché la mela l’unico frutto che mangia volentieri, per cui ne sbuccio e ne taglio un po’ di più del kg che serve per fare la torta…sicuramente ne smangiucchieremo un po’ durante la preparazione.

TORTA DI MELE, PIÙ MELE CHE TORTA

Ingredienti:

  • 1 kg di mele
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di olio
  • 160 g di farina
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito
  • 1 uovo (opzionale)
  • latte q.b.

Ci sono due modi per preparare una torta: con l’aiuto di Elena o senza il suo aiuto; col procedimento giusto o con quello sbagliato.

In questo video mettiamo insieme tutte le combinazioni possibili, ma nel post il procedimento descritto è solo quello corretto.

Procedimento:

Tagliare a tocchetti 1 kg di mele. Versare sopra l’olio, mescolare e versare lo zucchero. Mescolare in modo che le mele vengano avvolte dallo zucchero. Se non utilizzate l’uovo (come noi), aggiungere circa un bicchiere di latte, mettere il lievito e la vanillina nella farina e man mano versare la farina sopra la frutta, mescolando.

Mettere l’impasto in una teglia oliata e infornare a 180° per 45 minuti.

Questa torta ha un profumo incredibile ed è buona anche mangiata tiepida.

Oggi Elena è in vena! In vena di aiutare, in vena di fare pasticci e anche in vena di battute.

Le battute di Elena sono tanto nonsense, quanto divertenti.

Si ispirano tutte a una barzelletta raccontata da Nicola:
Un palloncino dice a un altro palloncino: guarda, un cactus!
E l’altro palloncino: quale cactusssss…

Quando ascolto Elena e Nicola insieme mi fanno venire in mente i due carabinieri nella famosa barzelletta:
Il carabiniere Nicola si rivolge al carabiniere Elena con due cucchiai in mano.
Nicola: “Lo sai che questi cucchiai sono dei pesci?”
Elena: “Perché?
Nicola: “Perché sono i-dentici!”
Il carabiniere Elena ride a crepapelle, viene da noi e ci dice: lo sapete che questi cucchiai sono dei pesci?
Noi: “Perché?”
Elena: “Perché sono u-guali!”

Questo è il tenore delle battute inventate da Elena.

Perciò oggi, sforniamo torte e barzellette!

Buon appetito e buon divertimento!

Posted in Cucina economica e con avanzi, VIDEO BLOG and tagged , , .

19 Comments

  1. Ciao Barbara sono Rita ho letto il tutto certo che tua figlia Elena è una bambina formidabile, e fa anche ridere con le sue barzellete anche questa sulla torta di mele. Ciaooooooooooooo Rita

  2. Ciao Barbara, volevo sapere come sta Elena con la febbre. Elena fa troppo ridere con le sue battute perché non la porti a Paquenos Gigantes vincerebbe di sicuro ha un senso dell’umorismo superiore a tanti comici che sono in TV. Ho notato ultimamente negli ultimi video non si vede più Nicola e volevo sapere se sta bene e se gli piace ancora Super Mario?.Riccardo e Valeria come procede la loro università ? Insomma volevo sapere se state tutti bene? Ciao Ciurmamom siete favolosi. Un bacione grande grande a tutti voi.

    • Ciao, cara Valentina. Elena al momento sta bene e pure Nicola. Lui ultimamente non appare nei video di cucina perché ha una pausa di riflessione sul suo essere chef!
      Anche se in realtà una volta al mese cucina con una mamma madrelingua inglese che fa un piccolo corso di lingua inglese a lui e ai suoi compagni…puoi immaginare quanto Nico sia felice di questo! Ad ogni modo lui ogni tanto mi propone nuovi video…in particolare per le sue piccole lezioni di inglese by Nick! ❤️
      Presto ne pubblicherò una. Valeria e Riccardo tutto bene, molto presi. Ricky fa il pendolare e Valeria torna nel week end. Un bacione

  3. Che dolce Elena! Le sue barzellette mi fanno morire. Poi….. “Senza di me cosa farei! ” . Voi facete . Troppo simpaticona….

    Ahhhh barbara…. Dimenticavo….. Voglio il forno pulito come il tuo!

    • Ahah, il forno regge perché è ancora abbastanza nuovo, una volta mi si è sporcato tantissimo per l’impasto di una torta che era uscito da uno stampo a cerniera ed essendo nuovo mi ero “disperata”! Pulendolo subito per fortuna è venuto abbastanza bene.
      Elena mi fa morire con le sue frasi…senza di lei la sessione” Frasi del giorno” andrebbe a morire! 🙂

  4. Ciao Barbara penso proprio che questa torta la farò, ti vorrei chieder una cosa qualche tempo fa ho visto un tuo video su youtub la famiglia al completto sedutta sul divano che dicevano il propio nome ma non riesco a trovarlo. Mi potresti aiutare a trovarlo ? Mi piaceva moltissimo. Grazie e scusa Rita dai un bacione ad Elena e a Nicola.

  5. Ciao Barbara!Come ti senti? Che bello rivedervi mi siete mancatiElena come va? La vedo vispa e allegra, che brava come collabora con te per la preparazione dei dolci,bellissime queste torte alle mele voglio provare a farle, sono venute veramente belle, anche io la faccio la torta deliziosa ma le mele le metto in ultimo sopra distribuite a raggiera e ci metto dello zucchero sparso per dargli una leggera croccantezza, comunque voglio provare a farla cosi piena di mele deve essere buonissimaieri Barbara invece ho provato a fare il tiramisu’ alle fragole mi e’ piaciuto tantissimo, anche io sperimento sempre ricette nuove☺ Senti volevo chiederti ma Valeria e Richy sono a Torino insieme per l’universita’? Scusami se te lo chiedo, ma ho visto dei video di Valeria a Torino…Ti abbraccio cara Barbara, buonanotte a tutta la vostra famiglia…bacioni e saluti anche alla dolcissima Stella

    • Ciao Silvia, sto bene, grazie! Mi è solo rimasto un gran raffreddore, ma mi sa che ci mette lo zampino l’allergia. Che bello però…è primavera!
      Buona la torta di mele come la fai tu, viene pure bella!
      Io in questi giorni ho di nuovo voglia di sperimentare, di cucinare, vado a periodi in questo.
      Per quanto riguarda i miei “grandoni”, Valeria il primo anno di Università faceva il pendolare, poi le lezioni sono diventate troppo pressanti e anche lo studio, per cui l’hanno scorso ha trovato un’appartamento in affitto con altre due ragazze. Sono tre coinquiline che si sono conosciute lì e hanno un rapporto meraviglioso, sembrano sorelle. Riccardo invece è al primo anno, per ora fa il pendolare, ma una volta alla settimana un amico lo ospita a Torino e fa un viaggio in meno. Per ora i suoi orari sono molto variabili, quindi è fattibile, l’anno prossimo vedremo come organizzarci.
      Un abbraccio grande a te, cara SIlvia!
      A presto…ti saluto subito Stella che è qui davanti a me…
      Fatto! 🙂

  6. Ciao Barbara cara! Sono felice per te che sei guarita adesso comunque e’ il periodo dei pollini quindi anche le allergie stagionali sono in agguato purtroppo perche’ ho anche mia figlia che ci soffre tanto in questo periodo ogni anno, infatti sta assumendo l’antistaminico e va un pochino meglio quindi ti comprendo e’ molto fastidiosa, per quanto riguarda la torta di mele ti faccio veramente tanti complimenti e ti ringrazio per tutte le idee che ci dai soprattutto perche’ spesso usi per le tue preparazioni culinarie cibi che alcune volte rimangono nelle dispense o nei frigoriferi perche’ magari si acquistano in piu’ o semplicemente non sono piaciuti e riciclati unendoli ad altri ingredienti sono buonissimi e non vanno sprecati soprattutto, si risparmia e ne puo’ uscire una bella cenetta per tutta la famiglia. Per Riccardo ho capito, che bravo ragazzo come si sacrifica, comunque ci si organizza con le lezioni, brava anche Valeria, che bella fortuna aver trovato delle brave ragazze come lei nella casa a Torino, comunque i tuoi figli per tutto quello che ho potuto vedere hanno un bellissimo carattere, sono molto amorosi e disponibili, sicuramente si troveranno bene nella vita.Un abbraccio Barbara! Siete una famiglia favolosa un grande esempio di amore e rispetto❤

    • Silvia, mi fai squagliare! Ti ringrazio per le tue parole, ne hai una per ognuno dei miei figli e mi lasciano a bocca aperta perché ne inquadri bene i caratteri di ognuno, ma soprattutto mi rende felice il pensiero che tu senta che in casa mia si possa respirare amore e rispetto.
      Hai ragione, amo sfruttare gli avanzi, perché non sopporto gli sprechi, non riesco proprio a buttare neanche il pane vecchio, poi sono le ricette che stimolano di più la fantasia in cucina…mi sembra di capire che la creatività in cucina piaccia anche a te.
      Un abbraccio grande a te, cara Silvia!

  7. Buonasera Barbara☺Grazie x avermi risposto, sei sempre così carina e disponibile, poi con tutto il da fare che hai comunque si la prima cosa che ho notato guardando per caso i vostri video e’ proprio il fatto che trapela il significato della parola famiglia! Una condizione che purtroppo non tutti conoscono, io l’ho avuta e penso anche tu altrimenti non saresti come sei anche tu, famiglia e’ tutto e noi ora ne abbiamo ognuno la nostra, ma avevamo ben chiaro il significato di essa, amore allo stato puro, responsabilita’, sacrificio, altruismo, sani principi e disponibilita’ tutto questo mi ha colpito subito in voi che trapelate tutto cio’ Oggi giorno e’ raro, anche perche’ nessuno vuole piu’sacrificarsi e fare rinuncie, quindi continuero’ a complimentarmi con te che sei una mamma eccezionale per aver trasmesso tutto questo ai tuoi figli! Sì hai ragione comunque tornando alla cucina, non si deve sprecare il cibo e hai delle bellissime idee che condivido, e si anche a me piace molto provare nuove ricette Un caro saluto a voi tutti Vi abbraccio con il cuoreE grazie ancora

  8. Io per il mio compleanno ho chiesto a mia madre di non farmi nessuna torta perché non mi piace particolarmente le torte, crostate e dolci. Da sempre. Non so bene il perché ma non mi piacciano le torte, le crostate e i dolci perché per me, credo, non sono dei cibi dolci. Questa é la mia unica spiegazione. Niente candeline. Niente stupida canzoncina. Ma al posto della torta c’è stata una squisita barretta di CIOCCOLATA ALLE NOCCIOLE… Buonissima… Che ho gradito moltissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *