Un letto nuovo per Elena

Cosa significa un letto per un bambino?

Il letto per un bambino dovrebbe significare accoglienza, coccole, sicurezza, piacevolezza a guardarlo e voglia di tuffarcisi nel momento più delicato della giornata.

Fino a poco tempo fa, Elena aveva ancora il suo lettino con le sbarre da piccola in camera mia.

Per dormire in camera con i fratelli, avremmo dovuto tirare fuori un letto scorrevole da sotto il letto a castello dei ragazzi, ma la cosa non ha mai preso piede.

Elena non si sentiva sicura: il letto senza testiera o altri confini non era contenitivo, l’essere rasoterra le dava insicurezza facendola sentire preda di qualunque essere mostruoso immaginabile ed era troppo grande, dispersivo, non accogliente. Insomma, un letto poco attraente, non scomodo perché provvisto di doghe e spazioso come un letto singolo Ikea (ovvero enorme) ma più simile a una brandina che a un letto coccoloso per un bambino.

Perciò era andata a finire che Elena, allattata per addormentarsi fino a 3 anni, aveva proseguito a dormire quasi sempre con me.

Era ora del distacco.
Urgeva un lettino bellino, da coltivare nei sogni e con cui dormire fianco a fianco a Nicola.

Anche per i fratelli dormire vicini vicini era stata la soluzione per iniziare a dormire in camera loro. Ricordo quando avevo tre figli.
Valeria e Riccardo dormivano sul letto a castello, Valeria sopra e Riccardo sotto.
Per Massimo era pronto un lettino da aggiungere nella cameretta. L’idea era di lasciare un passaggio di mezzo metro tra il letto a castello e il letto di Max.

Ma io non posso dormire DA SOLO!

E fu così che il letto di Max venne appiccicato a quello di Ricky, formando una specie di letto matrimoniale come base del letto a castello.

Con sei figli la storia si ripete!

Elena ha scelto il letto dei suoi sogni sul sito dell’Ikea e Valeria ed io ne abbiamo approfittato per fare una gita insieme a comprarlo.

Una giornata per noi, andando in missione per Elena!

Massimo e Stella hanno montato il lettino nuovo, sotto gli occhi a cuore di Elena, che si commuove nel vedere il risultato con le lenzuola delle principesse di Stella da piccola.

Elena adora il suo lettino nuovo tutto rosa. Adora che io mi sdrai in mezzo tra lei e Nico per la storia della buonanotte. Protesta un po’ che io mi sdrai sul letto di Nicola invece che sul suo, ma si consola addormentandosi per mano.

Dopodiché…sguscio via e vado nel mio letto.

Salvo poi ritrovarli così di notte.

Buona notte cuccioli miei! ♥

Condividi con:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Posted in Bambino 0-11 anni, CiurmaMom and tagged , , .

2 Comments

  1. Che tenerezza!!! Ho una foto molto simile dei miei due quando da piccoli in montagna dormivano insieme nel divano letto… anch’io mi mettevo in mezzo, leggevo loro qualcosa e a volte mi addormentavo li con loro… che bei cuccioli e che bello che i fratelli più grandi abbiano così tante attenzioni! Davvero un ottimo esempio! Brava mamma e bravo papà, ma questo già lo sapevo…

    • Ciao Antonella, i grandi sono molto legati ai piccoli, li aiutano e li proteggono e i piccoli adorano i fratelloni!
      Anche io a volte mi addormento con loro. 🙂
      PS: guai a parlare a Nicola di un possibile fidanzato di Valeria…non vuole sapere, Valeria è sua! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *