Una pastiera speciale per Stella


A Pasqua abbiamo fatto la pastiera napoletana, sempre attesissima da tutta la famiglia.

A causa della sua allergia alle uova, Stella non conosce alcuni gusti e, per quanto possa mangiare tante altre cose buone, desidero che possa avere anche lei la possibilità di assaggiare, sperimentare e conoscere il sapore di un dolce di cui sente parlare con tanta passione: la pastiera, che abbiamo preparato e filmato insieme ai ragazzi.

Nei commenti al video della preparazione della pastiera, alcuni di voi mi hanno chiesto cosa avessi preparato per Stella, sicuri che avrei potuto inventare (o aver già preparato) un dolce pasquale apposta per lei. Non posso che ringraziarvi tutti per l’empatia nei confronti di Stella e la fiducia riposta in me. Alcuni dei vostri commenti sono in testa a questo video.

Ebbene sì! Stella, Massimo, Elena ed io abbiamo creato una pastiera senza uova.

Gli ingredienti base sono gli stessi della pastiera napoletana tradizionale, quelli che le conferiscono quel sapore particolare e unico: pasta frolla, ricotta, grano cotto e acqua di fior d’arancio.

Per venire incontro ai gusti di Stella e anche di Elena
, già che ci trovavamo a dover cambiare alcuni ingredienti, abbiamo scelto di usare le gocce di cioccolato al posto dei canditi.

Elena aveva manifestato il suo disappunto per l’assenza del suo amato cioccolato nella pastiera (che infatti non aveva voluto assaggiare) e anche Stella non ama i canditi.

Sarà che ormai abbiamo una certa esperienza in dolci inventati, sarà che gli ingredienti base della pastiera sono già di per sé una garanzia di bontà, ma il risultato è stato un successo, così abbiamo il piacere di presentarvi la nostra

PASTIERA SENZA UOVA, CON GOCCE DI CIOCCOLATO

Essendo in tanti, noi abbiamo fatto due pastiere, qui vi riporto le dosi per una pastiera.

Ingredienti:

  • 500 g di ricotta
  • 350 g di zucchero
  • 150 g di gocce di cioccolato
  • 300 g di grano cotto
  • 90 ml di latte
  • 25 grammi di burro
  • 2 cucchiai di farina e amido di mais
  • acqua di fior d’arancio
  • 1 bustina di vanillina

Per la frolla abbiamo usato una pasta frolla già pronta del supermercato, che non contiene uova.

Procedimento:

Procurarsi un baldo giovane come Massimo e fornirlo di cucchiaio di legno e ciotola per mescolare la ricotta e lo zucchero eliminando i grumi.
A una piccola bambina golosa far aggiungere le gocce di cioccolato e gli aromi.
Mettere sul fuoco il grano cotto con il latte e il burro per dieci minuti.
Lasciar raffreddare e unire al composto.
Ascoltare i tutorial di Max durante il lavoro e i commenti commoventi di Elena di fronte alle sue battute, mentre prende in giro Stella.
Farsi aiutare da un’entusiasta Stella, sempre paziente, pronta a sorridere e a collaborare, curiosa di assaggiare la sua personalissima pastiera.

Infornare a 180° gradi per un’ora circa.

La torta è piaciuta molto a tutti, è finita in un lampo e dal cartello vicino all’ultima fetta con scritto:

“Questa fetta è mia, guai a chi la tocca!”
(Stella)

direi che anche colei a cui è stata dedicata ha gradito!

Posted in CiurmaMom, Cucina per allergici and tagged , , .

14 Comments

  1. Ciao Barbara sono Rita questa Pasiera Napoletana mi ha fatto venire una grande voglia di farla . Mi saluti Elena Stella con un grande bacione ? Ciaoooooooooooooooooooo

  2. Ciao bellissimi!!
    Barbara, ho provato a fare la tua ricetta del tortano ed è piaciuta a tutti. Ora farò senz’altro questa pastiera speciale che sarà altrettanto buona!!!
    Bacioni da Maria e famiglia.

    • Ciao bellissima! Sono molto contenta che tu abbia fatto la mia ricetta del tortano e sia piaciuto a tutti, che bello!
      Fammi sapere se vi piacerà questa pastiera, a noi è piaciuta davvero tanto e poi è molto veloce.
      Un bacione ricambiato a voi!

  3. Buona serata Barbara sono Rita volevo augurare a te e alla tua famiglia un Buon 25 Aprile. Un bacione grande a Elena e a Nicola . Ciaoooooooooooooooooo Rita

  4. Ciao Barbara, ti rispondo qui perche’ a parte ho voluto leggere cio’ che scrivi come faccio sempre da quando vi ho conosciuto, poi ho visto gli ingredienti per la pastiera che mi sono ripromessa di fare prestissimo e con le gocciole di cioccolato e’ veramente un’ottima alternativa ai canditi che di solito i ragazzi non amanoComunque mi dispiace tanto se ti ho fatta emozionare, non era mia intenzione, volevo solo complimentarmi con te perche’ sei meravigliosa come persona e come mamma e moglie anche, e così tutta la tua famiglia ,non poteva essere altrimenti con una mamma come te. Mi rivedo tanto in alcune cose che fai per i tuoi figli, anche io ho sacrificato tutta la mia vita per la mia famiglia, ma sacrificio sembra una parola pesante anche se lo e’ e tu sai bene quanti se ne fanno, diciamo dedizione assoluta, e quando arrivano le soddisfazioni ci si sente appagate e felici, comunque Barbara se vogliamo sentirci tu hai la mia e-mail credo, scrivimi quando vuoi mi farebbe immensamente piacereVi abbraccio, buona notte amica

    • Carissima Silvia, tranquilla, è stata commozione, quindi meraviglioso! Grazie per le tue belle parole. Concordo perfettamente con te, non si può parlare di sacrifici, sarebbe una parola pesante, io parlo sempre di scelte. La dedizione assoluta non so quanto sia giusta, ma non avrei saputo fare diversamente e le soddisfazioni con i figli arrivano, quindi benissimo così.
      Appena avrò un attimo di calma ti scrivo, moooolto volentieri!
      Un abbraccio e grazie ancora

      • Ma sai che io e lei a volte abbiamo incredibile gli stessi gusti (non nel senso culinario si intende) a volte. Questo mi stupisce sempre molto. Peccato che non potremmo mai incontrare perché sarebbe bello conoscerci.

        • Da ragazza i dolci non mi piacevano proprio, giusto il gelato (ma non tutti e devono essere poco dolci) ora con l’età ne apprezzo qualcuno, ma il salato resta il top! Il mio cibo preferito è la pizza.

          • Anche a me piace il gelato. Il gelato alla fragola. Adoro anche la pizza. Pizza Margherita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *