Vi racconto la Battaglia delle Arance

Lo storico Carnevale di Ivrea ha origini antichissime e porta avanti tradizioni che risalgono al Medioevo.

Per la città di Ivrea il Carnevale è un evento molto importante, in cui si celebra l’autodeterminazione dei cittadini, ricordando un episodio che si fa risalire proprio al Medioevo: l’affrancamento dalla tirannia di un barone che attorno l’anno 1200 affamava la città.
Secondo la leggenda, fu la figlia di un mugnaio (Violetta) che si ribellò allo jus primae noctis imposto dal tiranno a tutte le spose, dando il via alla ribellione popolare, rappresentata dalla battaglia delle arance, momento clou di tutto il carnevale di Ivrea.

La battaglia delle arance si svolge gli ultimi tre giorni dello storico carnevale di Ivrea (la domenica, il lunedì e il martedì grasso) e rappresenta il momento più spettacolare di questa Festa Civica, che ogni anno richiama migliaia di spettatori.

Le polemiche che accompagnano la battaglia delle arance di Ivrea sono sempre tante: dallo spreco di arance, i feriti che ogni anno devono ricorrere alle cure del pronto soccorso, fino ai più classici fenomeni tra eccessi e malcostume.

Per quanto riguarda i feriti, anche io avevo delle perplessità, ma so che, a parte alcuni rari casi (che però rientrano tra quelli individuali di intemperanza e maleducazione), lo spirito con cui gli Aranceri affrontano la battaglia è assolutamente sportivo.
La battaglia si basa su regole cavalleresche non scritte, condivise da tutti i partecipanti e alla fine di ogni confronto individuale tra tiratori a piedi e sul carro, i contendenti si stringono la mano a sancire un rapporto di rispetto e amicizia.

Per quanto riguarda lo spreco di arance, è presto smentito. Le arance che vengono utilizzate per la battaglia, sono arance scartate, perché non hanno le caratteristiche idonee al consumo.
Inoltre, alla fine di ogni giornata in cui si svolge la battaglia, l’azienda dei servizi ambientali di Ivrea raccoglie le arance e le deposita in vasche speciali dove diverranno compost, un ottimo fertilizzante naturale.

Io non ho mai tirato le arance, ma fin da ragazza mi piaceva andare a fare foto, nel cuore delle piazze in cui svolgono le battaglie.
Quante arance mi sono arrivate in fronte o addosso per guardare nell’obiettivo, ed era più lo stordimento che il dolore, presa com’ero dalla mia “missione” da reporter.

Quest’anno mi è stato chiesto di andare e fare un video da Davide, un ragazzo iscritto al mio canale…come dirgli di no. Erano due anni che non andavo alla battaglia delle arance e non vedevo l’ora di rivestire di nuovo il ruolo di video reporter.

Sono andata con le mie ragazze Valeria e Stella e a quanto pare la maturità raggiunta in questi anni, non è stata sufficiente per non farmi trovare alla sprovvista davanti a un carro che tirava le arance.

“Infatti dicevo: dove cazzo va? Forse è meglio dietro la rete…non lo so!”
Valeria (min 7:24 del video)

Perché indossiamo quei cappellini rossi?
Si tratta del Berretto Frigio, un copricapo denso di significati libertari e che a Ivrea rappresenta una delle icone dello storico Carnevale.
Durante i tre giorni di battaglia delle arance è d’obbligo indossarlo per tutti i passanti, non solo perché chi ne è sprovvisto può essere fatto oggetto di lancio delle arance, ma anche come espressione di partecipazione attiva alla manifestazione.

BUON CARNEVALE A TUTTI!

Posted in VIDEO BLOG and tagged , .

13 Comments

  1. Ah. Il Carnevale di Ivrea e la Famosa Battaglia delle Arance. Non vi ho mai partecipato e non lo hai mai visto perché non sono stato a Ivrea. Ma ne avevo sentito parlare. Ma non sapevo di che cosa trattava questo carnevale. Grazie Ciurmamom per avermelo fatto scoprire con questo super e interessante vlog storico, che di sicuro non poteva piacermi e incuriosirmi. Spera che l’ho fatto per me. Grazie mille e perdona la mia arroganza. Ma sai quando si parla di Storia o di argomenti storici io mi sento sempre coinvolto e tende a mettermi al centro dell’attenzione in quanto é la mia passione ed un campo in cui sono imbattibile (almeno che non mi metto in confronti con dei grandissimi sapienti come Piero e Alberto Angela, che tra l’altro ho avuto modo di incontrarli e conoscerli di persona e di parlare con loro. E no stavolta non é arroganza e neanche un scherzo. É la pura verità).

    • Scusa il ritardo Filippo, mi fa molto piacere che tu abbia apprezzato il post. Sapendoti appassionato di Storia, sono proprio onorata.
      Tra l’altro io non avevo mai apprezzato il carnevale di Ivrea, finché non ne ho conosciuto più profondamente la storia e capisco che possa essere una grande passione.

      • Tranqui. Sembri una seconda mamma per sotto questa punto di vista (spero che l’ho accetterai come complimenti da parte mia). Mi piace quando le persone comprendono le mie passioni e a mia volte mi piace quando comprendo le passioni delle altre persone. Io sono una persona aperta. L’intelligenza si vede anche da questo aspetto.

  2. Tra l’altro siamo giunto al mio mese oggi. Il 28 marzo avrò 25 anni. Sai quale sarà la cosa più bella di questo compleanno che mi comprerò o i miei familiari mi regaleranno una video camera per fare il video con RichardHTT e Fraffrog. É più comoda da usare ed trasportare del cellulare o addirittura del tablet (il primo video l’ho registrato con il mio tablet ma perché non aveva una video camera e mi rifiutava di usare il cellulare perché pensava che le riprese sarebbero venute male)

    • Che bella notizia Filippo! Sono felice del regalo che ti faranno i tuoi. Ne hanno compreso l’importanza per te e vedrai come sarà più bello e facile girare i video. Comincio a farti gli auguri, poi spero di poterteli fare di nuovo il 28.

      • Ho una bella notizia per te. Sabato scorso ho rincontrato i miei amici YouTubers RichardHTT e Fraffrog a Milano e abbia fatto il nostro video in collaborazione. L’ho fatto purtroppo con il cellulare, ma perché non era previsto che li avrei incontrati e fatto il video con loro proprio sabato 4 marzo 2016. É stata una sorpresa Improvvisa, piacevole, ma improvvisa e imprevista. Da cui per fortuna ho trattò fortuna. E di questo sono stato molto contento. Quindi molto prestò lo pubblicherò su YouTube. Spero che lo vedrai e che ti piacerà.
        Per quanto riguardo gli auguri, me li potrai fare se pubblicherai un vlog il 28 marzo altrimenti se no pazienza amen non obbligatorio da parte tua. Sei simpatica ma non pretenderai mai niente da uno sconosciuto, ma apprezzo comunque e lo stesso la tua gentilezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *