Viva la challenge! La nostra whisper challenge


Su YouTube tutto si esaurisce in fretta, ma da quando lo frequento anche io, c’è un trend che non ho ancora visto tramontare ed è quello della challenge.

Cambiano le sfide, che sul web risultano rapidamente superate, ma non la voglia di mettersi in gioco e di divertirsi con challenge a volte più giocose, altre più incentrate sull’effetto visivo.

Una delle challenge più sceniche e famose di YouTube, che divenne ben presto virale, fu girata il 26 ottobre 2016 e postata sul web da un gruppo di studenti di una scuola in Florida. La Mannequin Challenge, in cui un gruppo di persone viene registrato in posizioni diverse che mimano delle attività, ma si trovano completamente immobili, come manichini appunto.

La mannequin Challenge si diffuse rapidamente anche oltreoceano, in ogni ambiente più o meno comune. Le scene riprodotte e congelate erano scene di vita quotidiana girate in qualunque luogo, per le strade, nelle scuole, nelle palestre, nei centri commerciali.

Per quanto riguarda le tendenze di YouTube, non posso dire di essere una persona sempre sul pezzo, spesso vengo a conoscenza dell’esistenza di alcuni trend quando stanno già sparendo, per cui non ci provo neanche a cavalcare l’onda, ma se una cosa mi piace la “indosso” anche se fuori moda.

Per questo motivo mi piacerebbe ancora fare una Mannequin Challenge o una Handy’s coming Challenge, ma più di tutto voglio accontentare i desideri dei miei figli e aspetto di avere un po’ di tempo per organizzare la pizza Challenge che tanto chiedono Elena e Nicola.

Elena, da vera seienne, non si rende conto che non basta voler fare qualcosa per realizzarla.
Simbolicamente, che non si arrovelli troppo sulle difficoltà di realizzazione di un desiderio è bellissimo ed è una cosa su cui rifletto ogni volta che i bambini gioiscono per qualcosa in arrivo: il Natale, andare al mare, una visita all’acquario di Genova. Magari bastasse desiderare qualcosa per vederlo realizzarsi, ma sicuramente volere è potere e quindi armiamoci e partiamo!

Elena vorrebbe tanto fare una challenge, ma in questi giorni proprio non abbiamo tempo per organizzarla, per cui chiedo consiglio a Nicola, esperto fruitore di YouTube.

  • Nicola, quale challenge potremmo improvvisare domani pomeriggio dopo la scuola?
  • La whisper challenge, mamma!

La whisper challenge è una gioco che esiste da ben prima della nascita di YouTube, ma spopola pure nel tubo.
Si tratta di sussurrare una frase a qualcuno che in realtà non può sentirla, perché intanto ascolta della musica con le cuffie, e quindi deve interpretarla dalla lettura delle labbra. Questa persona dovrà a sua volta riferire ciò che ha capito a un’altra persona, che ha sempre musica nelle orecchie e via dicendo. Fino ad arrivare alla fine del giro di giocatori in cui l’ultimo dice cosa ha capito e si scoprirà quanto la frase finale si discosta da quella originale.

Ed ecco che un trend di YouTube si trasforma in una buona occasione per giocare, facendo un sacco di pasticci, invalidando anche la sfida, ma che importa… Noi ci siamo divertiti!

PS: Se volete vedere la nostra primissima challenge su YouTube nel 2015, eccovi il video di una delle challenge che spopolò tempo fa e che quei golosoni dei miei figli vollero subito riprodurre.

Condividi con:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Posted in CiurmaMom and tagged , .

One Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *